Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 112

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Tradizione e Folclore

Accanto alla tradizione colta, la magia era praticata dai ceti rurali secondo quelle che erano le forme più antiche di stregoneria; non furono pochi quegli intellettuali formati sui valori dell'illuminismo francese che credettero necessario liberare il popolo dalle proprie superstizioni. Quando le truppe napoleoniche occuparono la Calabria, i francesi realizzarono un minuzioso censimento nel quale registrarono anche le forme di magia popolare, la medicina praticata nelle campagne e gli usi considerati più barbari e arretrati. Ma se il patrimonio magico ed esoterico della Calabria nelle sue forme popolari era considerato incivile e arcaico, nei suoi aspetti più antichi e colti, derivati direttamente dal pensiero pitagorico, continuò ad avere una forte influenza fra gli intellettuali. Il mondo popolare calabrese ha ereditato le antiche forme precristiane attraverso le quali la comunità scandiva i cicli fondamentali definiti dal mutare delle stagioni e dagli eventi propri della vita di ogni uomo. Anche la sensibilità religiosa si è andata a configurare attraverso molteplici apporti, primo fra tutti quello del mondo magnogreco, mutuando elementi culturali assai differenti e legandoli ai momenti essenziali del ciclo vitale della comunità. Fra i riti della Chiesa nelle sue celebrazioni liturgiche non mancano i momenti in cui il mondo popolare si appropria di un intero apparato di simboli, utilizzandolo per esprimere antiche esigenze vicine alla vita del popolo; i tempi della natura, i cicli agrari legati alla semina e al raccolto, lo svolgersi delle stagioni, gli equilibri cosmici di solstizi ed equinozi, lo svolgersi della vita degli individui, dalla nascita alla morte, hanno preso nuove forme e nuovi linguaggi attraverso la religione cristiana, ma le esigenze rituali sono rimaste invariate per secoli. La cultura del popolo calabrese, alimentata dal pensiero greco, ma nutrita dall’attaccamento alla terra dei gruppi indigeni, raggiunta da sollecitazioni diverse portate da etnie nuove, percorsa da intellettuali isolati, ma pieni di carisma, di intransigenza, di rigore, sembra essere fatta da continue opposizioni che si fronteggiano per poi ricongiungersi magicamente.
 
 
 



Tradizioni Religiose
Parole Perse
Chiese e Santuari
Diocesi Calabresi
Feste e Sagre
Ricette
Proverbi
U Misi e Natali nella tradizione popolare cosentina
Riti della Settimana Santa
Giochi di una volta
Antichi Mestieri
Etnie di Calabria
Credenze popolari
Tradizione della maialatura
Speciale di Natale
Strina di Natale

News
Calabria

 
© 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>