Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 74

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Gli antichi sapori di Longobardi 06 / 09 / 2019

A Longobardi, in provincia di Cosenza, tutto è slow: dalle vacanze alla cottura (lentissima) di una frittata senza uova. Mentre la “violetta” DeCo rafforza il turismo gastronomico.

Durante l’estate c’è stato un borgo calabrese che ha celebrato un anniversario molto importante: i 150 anni di un’antica bottega di paese poi divenuta manifattura, locanda, bar dello sport e oggi bistrot meta di gastro-turisti da tutta la regione e oltre.

È un locale storico, datato 1869, oggi gemmato in un doppio ambiente con bar-edicola vecchia maniera, dall'alto soffitto, e ingresso ipogeo con liquori, vini e bollicine tra la Calabria e il mondo. Nella saletta accanto, dove è incastonata la cucina, ossia il regno di Giovanna, ecco i pochi tavoli dove degustare il menu immersi tra le mensolette di bottiglie. L’estate del 150esimo anniversario della bottega proponeva, tra le altre cose: il “Gammune” di Belmonte (versione locale del culatello) nel pane di fichi; l’insalata di pomodori - anche loro rigorosamente belmontini - e la altrettanto immancabile “millefoglie di patate”, al secolo "frittata d’u scuru" perché cuoce al buio di un coperchio, senza uova, con tempi meridiani (55 minuti da un lato e 8/12 dall'altro), con peperoncino e origano quasi impercettibili.

Ma non c’è solo la “violetta” a Longobardi: i pomodori Tarife (dall'esotico toponimo, forse arabo, nella zona sud del territorio comunale) sfruttano la loro vicinanza a Belmonte per ricalcare il gusto del celeberrimo “cuore di bue” venduto da anziane coppie di contadini al ciglio della superstrada. In tema gastro-automobilistico, tappa altrettanto irrinunciabile è il Cavalcavia, caseificio dalla qualità inversamente proporzionale al nome dell’insegna, non proprio allettante: trecce, burrate e latticini di ogni tipo continuano la tradizione della "filiciata", il formaggio appena cagliato che deve il suo nome alle felci su cui viene presentato. è possibile.

Come avrete sicuramente capito, a Longobardi il buon gusto è di casa!


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 109 volte | Letto 3 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>