Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo
Incoming|Da Visitare|Escursioni|Itinerari|Archeologia|I Paesaggi|Trasporti|Virtual Tour|
 Utenti online: 51

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COl Tour | Escursioni

Schede Tecniche Sentieri della Provincia di Cosenza

Casello Forestale di Corna - Monte la Mula     mappa

Lunghezza del sentiero: Km. 20
Tempo di percorrenza: Ore 05
Difficoltà: Medie
Accesso: Casello Forestale

Per percorrere questo itinerario occorre raggiungere, in auto, il paese di San Donato di Ninea utilizzando l'autostrada A3, per chi viene dal nord, oppure, per chi si trova sulla statale tirrenica, valicare in prossimità di Belvedere Marittimo. San Donato di Ninea è ubicato su di uno sperone roccioso alle pendici di Cozzo del Pellegrino, in posizione panoramica sulla valle dell'Esaro e del Crati; fu fondato dagli Enotri, prima della colonizzazione greca ed il nome Ninea è stato riscontrato su un frammento della "Descrizione della Terra" di Ecateo di Mileto, storico e geografo greco. Ha assunto l'attuale appellativo di San Donato nel 1864.
Il territorio della Mula viene inserito dalla Società Botanica Italiana fra le zona con biotipi da salvaguardare. Dal paese di San Donato di Ninea si percorre la carrabile per l'acquedotto fino al casello della Forestale dove è possibile rifornirsi d'acqua. Il sentiero comincia a salire seguendo la pendice boscata del monte La Mula, che resta sulla destra. Subito dopo è visibile la vetta, raggiungibile anche direttamente, ma ciò non è consigliabile in quanto, da questa parte si verificano delle slavine. Dalla cima del monte si apre un ampio panorama sul Mar Tirreno e Ionio e sui sottostanti rilievi: ricchi di faggi e di pini, sul versante ionico e brulli e pietrosi, per l'azione del vento, sul versante tirrenico. Dalla cima, per il ritorno, si deve rifare la stessa strada a ritroso fino all'ampio pianoro denominato il Campo, quindi si raggiunge il casello forestale. Il centro storico di San Donato di Ninea è ricco di chiese. Bellissima la facciata della chiesa della Santissima Assunta che denota un'influenza di stile Normanno-Svevo nella torre campanaria. San Donato ha l'appellativo di "conca dei metalli" per la presenza di molti minerali. Nei dintorni, infatti, sono riscontrabili resti di antiche miniere, di cui se ne ha memoria storica in un diploma risalente al 1191.



Cosenza
Catanzaro
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
 
© 1997-2018 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>