Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Incoming|Da Visitare|Escursioni|Itinerari|Archeologia|I Paesaggi|Trasporti|Virtual Tour|
 Utenti online: 117

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COl Tour | Escursioni

Schede Tecniche Sentieri della Provincia di Cosenza

San Sosti - Varco del Palombaro     mappa

Lunghezza del sentiero: Km. 20
Tempo di percorrenza: Ore 05
Difficoltà: Medie
Accesso: Madonna del Pettoruto Comune di San Sosti

Si parte dal ponte sul fiume Rosa a quota 350 s.l.m., poco sotto il Santuario della Madonna del Pettoruto. Per un primo tratto di circa 1 km il sentiero è percorribile anche in auto su di una pista in terra battuta; il resto è percorribile solo a piedi. Lungo il percorso, che incrocia più volte il fiume Rosa, si incontrano numerose sorgenti, tra cui la sorgente Pisciuttoli e La Fontana dei Cacciatori. Lungo il sentiero che attraversa boschi di castagni e faggi, il fiume Rosa incrocia il torrente Savuco ed il torrente Pellegrino. Dopo 500 mt. circa dalla Fontana dei Cacciatori si arriva in località Capo Rosa dove nasce l'omonimo fiume a quota 950 s.l.m.; nella zona, fino a circa 30 anni fa, esistevano numerosi insediamenti rurali.
Continuando si giunge al Passo del Palombaro che segna la fine del sentiero a quota 1000 s.l.m.. In tale località si incontrano i confini di quattro Comuni: San Sosti, Grisolia, Mottafollone e Buonvicino. Da qui è possibile raggiungere l'abitato di Grisolia ubicato a 12 km circa e sito sulle falde pedemontane della costa tirrenica. A poco più di 2 km dal ponte sul fiume Rosa è possibile visitare il Santuario della Madonna del Pettoruto, sito a quota 535 s.l.m.; edificio eretto nel 1274 ad iniziativa dell'Abbazia di Acquaformosa e successivamente ampliato, venne distrutto dal terremoto nel 1783 e ricostruito nel 1834. Nel 1917 il Santuario venne ristrutturato e completato con una bellissima facciata. Poco distante dal Santuario della Madonna del Pettoruto esistono gli scavi archeologici di Artemisia che portarono alla luce numerosi reperti tra cui "L'ascia votiva" attualmente conservata al Brithish Museum di Londra. Il 18 settembre di ogni anno un pellegrinaggio in onore di San Ciriaco attraversa il sentiero per raggiugere Buonvicino. Il paese di San Sosti, di origine greco-bizantina, ha ottenuto l'autonomia amministrativa nel 1816 in quanto prima era frazione di Mottafollone.



Cosenza
Catanzaro
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
 
© 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>