Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 54

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Tradizione e Folclore


'U Misi e Natali, nella tradizione popolare del cosentino
Il messaggero di Sant'Andrea
Le festività di dicembre, secondo il popolo, venivano introdotte ad opera del messaggero S. Andrea apostolo, che si venera il 30 novembre. Le nonne facevano, perciò, mandare a memoria i seguenti "versi-calendario", recitandoli, ripetutamente, ai nipotini:

Santu 'Ntria ha portat"a nova:
alli sia è de Nicola,
all'ùottu è de Maria,
alli trìdici è de Lucia,
alli vintunu San Tumàsu canta:
-'U vinticincu è la Nascita Santa!- (1)

L'arrivo di dicembre e, quindi, del Natale veniva avvertito dal primo timido zufolare. I "fisc-chietti" venivano preparati da giovani e meno giovani, che sceglievano, con cura e perizia, i pezzi di canna, ai quali, opportunamente tagliati, praticavano i vari buchi. La decorazione si otteneva accostando alla canna lo spiedo arroventato fra le braci, e segnandovi sopra linee semplici, doppie, ad x. Ai primi accordi, echeggianti per le vie e le campagne limitrofe ai centri abitati, c'era chi recitava, come per improvviso richiamo alla memoria di qualcosa che si aspettava, ma ritenuta ancora lontana:

Quannu sient"i fisc-chietti sonari:
Terullèru!.. - E' venutu Natali (2)! -

Ed a Cassano J.:

Sona sona, fischittieddu,
cà mo vena lu Natalu,
e ti porta 'nu rigalu:
'i turdiddi e bissinieddi
e ti porta 'a giurgiulena,
sona sona, cà mo vena (3)


A Cetraro i ragazzi, al suono della campana che chiamava i fedeli alla novena, accorrevano felici in chiesa, per potersi esibire con i loro zufoli (4). La festività era tanto attesa non solo e non tanto per elevato trasporto religioso, ma perché diveniva un pretesto per trascorrere giorni diversi dagli usuali, caratterizzati da parca mensa, priva, soprattutto, delle "così boni".
(1) Sant'Andrea ha portato la nuova: / il sei è di Nicola / l'otto è di Maria, / il tredici è di Lucia, / il ventuno San Tommaso canta: / - Il venticinque è la Nascita Santa!-.
(2) Quando senti gli zufoli suonare: / - Terullèru!. .-. E' venuto Natale!
(3) Suona suona, fischiettino, / chè ora viene il Natale, / e ti porta un regalo: / (le fritture) / e ti porta il sesamo, / suona suona, chè ora viene (Falbo G., Usi e costumi cassanesi, in "La Calabria", a. XII (1900), pag. 18).
(4) De Giacomo G., Usi e costumi di Cetraro, in "La Calabria-Rivista di letteratura popolare", a. V, n. 5, Monteleone, 15.1.1892.



Tradizioni Religiose
Parole Perse
Chiese e Santuari
Diocesi Calabresi
Feste e Sagre
Ricette
Proverbi
U Misi e Natali nella tradizione popolare cosentina
Riti della Settimana Santa
Giochi di una volta
Antichi Mestieri
Etnie di Calabria
Credenze popolari
Tradizione della maialatura
Speciale di Natale
Strina di Natale

News
Calabria

 
U misi e Natali
nel Cosentino


Introduzione
Il messaggero di Sant'Andrea
La trasmissione dei poteri magici
6 dicembre - San Nicola
8 dicembre - 'A 'Mmaculata
13 dicembre - Santa Lucia
Le fritture
Il pane di Natale
Il presepe
Gli zampognari
Ninne nanne natalizie
Preghiere e giaculatorie
Giochi
In attesa
24 Dicembre - La Vigilia
Jiri ppè l'amor'u Bomminu
Il cenone
Ancora magia
A strina
Natale e pubblicità
La mattina di Natale
31 dicembre-San Silvestro

Appendice

La notte di Natale
Vincenzo Padula


Cantata per il Natale 1834
Abate Giovanni Conia


© 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>