Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 27

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
CittÓ dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Tradizione e Folclore


'U Misi e Natali, nella tradizione popolare del cosentino
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8
Preghiere e "giaculatorie"
Per Natale, un tempo, la famiglia si radunava in casa e recitava le preghiere. Erano, queste, composizioni di anonimi richiamanti la NativitÓ, i suoi personaggi, ecc. Presente, quasi sempre, l'invocazione di grazie, benedizioni, protezioni. Riportiamo quanto Ŕ stato possibile raccogliere:

Bomminýellu, Bomminýellu,
quantu si' duci e quantu si' biellu.
Chilla flotta chi nascýa
la Madonna ti 'mpassava,
S. Giuseppi ti cantava,
e Sant'Anna ccu' Maria
ti cantava la litania,
litania fammi beni:
e famm'Ŕsciari de 'ssi peni
de 'ssi peni m'Ŕ cacciari,
'mparavisu m'Ŕ portari,
e ccu' suonu e ccu' lu cantu e
ccu'la tua bella mamma (1).

Bomminiellu, Bomminiellu
jancu, russu e troccaniellu;
'u mintimu supra l'ataru
tutti l'Óngiuli a cantati,
a cantari ad una vuci:
O Maria, quantu si duci
e si duci e 'nzuccarata,
ohi Madonna 'e da Mmaculata (2).

Bomminýellu pittirillu,
ccu' la vesta troccanella,
'i capilli vrunnudýlli
tutti quanti anella, anella;
e scinnýti, virginelli,
cÓ coglimu rosi e juri,
'i mintimu a 'nu cannistru
e li portamu a Gesucristu.
Gesucristu n'ha prumisu,
ca ni porta 'mparavisu;
mparavisu ci ha belli cosi,
chi ci va si ci riposa;
'mpiernu ci ha mali genti,
chi ci va si ci ripenti;
e chid Ŕ 'ssu ripentiri?
Ci ci va nun pod esciri,
cÓ c'Ŕ chiusu ccu' setti chiavi
e nun pod esciari mai, mai (3).

Vi era anche chi cantava o scandiva la seguente filastrocca, nella quale erano mescolate l'infanzia del Cristo, la sua occupazione primaria: la scuola, la derisione e la corona di spine, il martirio all'etÓ di trentatrÚ anni:

Bomminýellu, vatinni alla scoda,
mamma ti canta e la missa ti sona;

trentatrýanni: curuna de spini;
tira, catina, cÓ veni Bomminu (4) !
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8



Tradizioni Religiose
Parole Perse
Chiese e Santuari
Diocesi Calabresi
Feste e Sagre
Ricette
Proverbi
U Misi e Natali nella tradizione popolare cosentina
Riti della Settimana Santa
Giochi di una volta
Antichi Mestieri
Etnie di Calabria
Credenze popolari
Tradizione della maialatura
Speciale di Natale
Strina di Natale

News
Calabria

 
U misi e Natali
nel Cosentino


Introduzione
Il messaggero di Sant'Andrea
La trasmissione dei poteri magici
6 dicembre - San Nicola
8 dicembre - 'A 'Mmaculata
13 dicembre - Santa Lucia
Le fritture
Il pane di Natale
Il presepe
Gli zampognari
Ninne nanne natalizie
Preghiere e giaculatorie
Giochi
In attesa
24 Dicembre - La Vigilia
Jiri ppŔ l'amor'u Bomminu
Il cenone
Ancora magia
A strina
Natale e pubblicitÓ
La mattina di Natale
31 dicembre-San Silvestro

Appendice

La notte di Natale
Vincenzo Padula


Cantata per il Natale 1834
Abate Giovanni Conia


© 1997-2014 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784