Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 158

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Poesie Calabresi - Aurelio D'ippolito
Aurelio D'ippolito
Poesie dall’ libro "'A VITA E' 'NA PASSATA"

Poesie dall’ libro “CANTI DI UN’ANIMA”


U tiampu passa e puru a vanità

N'amicu m'ha mandatu nu ritrattu,
mi'ndi ricuardu mò quandu fhu fattu!
Di fhacci'i quatrarialli 'na ventina,
di quatrarelli, mbeci, 'na decina:
ciarti 'ccu Ili piade supra i banchi
e ciarti assittati supra l’anchi,
ppi fari 'ssu ritrattu a scalinata
d'a quinta limintari terminata.
Di latu, alla sinistra 'ndon Rajheli
caru maestru mia, apa di meli,
'nu pirsunaggiu buanu tuttu cori
c'a tutti ni guidava 'ccu d'amori.
Arriatu d'illu l'asta e lla bandera
a tinia 'na guagliuna 'ccu lla vesta nera
mi paria ad illu l'abburgia,
prisaggiu ca 'nguerra illu muria!
Cari ricuardi sempri vivi ancora
picchi cci vuagliu beni cumu allora.
Cchi omu valurusu! ...jhu 'nu roi,
maestru Perri si ancora tra noi.
Guardandu 'mpacci tutti sti cumpagni,
'cci 'ndè cuntianti, ma siantu puru lagni;
d'ognunu d'illi 'ndi canusciu a storia
picchì haju sana la memoria.
Chini è migratu, chini 'ncialu è jutu
cc'è chini è sanu e cc'è chin'è malatu,
chi si rivorgi a Diu mu cerca ajutu
chini è scuntrusu e si menti di latu.
'ntesta, 'mprima jhila cc'è Cicciuzzu
siguitu di Micheli e di Micuzzu:
tra l'unu e 1'autru cci sugnu puru iu,
'nsema a Luici caru amicu miu.
Cchi strana storia ch'è sta nostra vita!
Chillu ritrattu ti jha quatraralu
e puru u bruttu si vidi cchiù biallu,
ti vidi allu specchiu a vita è abbruttita!
Fhacci arrappata, vucca sdintata...
ti guardi buanu: capilli arradati,
uacchi 'ncupati e crozzi pilati:
fhorzi `nu pocu 'i boria è ristata!
A giuvintù è fujuta... è 'na vulata!
si cci pianzi: cchi strana jhatigata!
Si nesci, si crisci e si fhinisci:
mancu u cchiù bravu cci capisci.
Cuntu e ricuntu: simu menu i prima
simu ristati quasi 'na dicina;
chi manca è 'nduvi Diu ha bulutu
e cci mandu di cca iu'nu salutu.
Ma... a voglia mu piansu u tiampu anticu!
mi veni sempri avanti a virità;
iu u ripiatu e a tutti u dicu:
((u tiampu passa e puru a vanità))

 
   




Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>