Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 41

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Poesie Calabresi - Giuseppina Amodei
Giuseppina Amodei

CALABRESI

Dinnu ca simu i figghi furtunati

'ndavimu u suli pe' pani profumatu

e u mari duci pe' stutari a siti


Dinnu ca stu profumu gersuminu

chi s'imbrischia cu rrangia e cu limuna

fu 'mpastatu cu nostru stessu cori


'Ndi dissiru co turcu e lu normannu

u grecu l'armenu e u bizantinu

ficiru razza pura da bastarda

e ca li nostri 'ntinni du penseru

'ndannu u poteri i sgrancinannu a luna


Ma nugghu 'ndi 'nformau ca simu stati

da sempre ttraversati e 'ntrappulati

da vortici da timpa e da tempesta

ca simu criaturi scarsi e nudi

e 'ndi sfrattaru da lu nostru tajiu

da li casi di rocca e di sdirrupu

E ccussì suli suli 'ndi 'ndi jimmu

intra a rrughi di strani - nui straneri -

chi nostri testi all'aria e a nostra voria

e sperti e muti sempri in cerca in cerca

i chigh'urtimu mmorzu i poesia

chi nnughu mai lu potti 'mpastoiari

chi nnugghu stuta e nnugghu po' llordari

mancu li vuci chi s'incappucciaru


Ora 'mpastammu a nostra crita duci

ca crita carda du rrestu du mundu

ora potimu diri ca sapimu

quandu cocchiunu parra du doluri

ma non volimu fari na bandera

ma non volimu fari na bandera.
(Dialetto di Ferruzzano - RC)  
 




Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>