Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 116

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Personaggi Calabresi - Religiosi


San Ciriaco di Buonvicino Abate
San Ciriaco di Buonvicino Abate nasce a Buonvicino (Cosenza, diocesi di San Marco Argentano) verso la metà del X secolo.
Da giovane conduce una vita da anacoreta: prima presso una grotta sita in Buonvicino, poi - da cenobita - nel monastero di Santa Maria dei Padri presso Trepidane.
Nello stesso monastero, dopo alcuni anni, espleta le funzioni di abate. La fama della sua santità si diffonde con facilità in tutta la Valle del fiume Crati, sulla Sila Grande, spingendo molti uomini, attirati dalla sua fama, a dedicarsi alla vita monastica.
Per la sua fama, viene convocato a Costantinopoli dall'imperatore d'Oriente Michele IV, al quale egli riesce a guarire la figlia posseduta dal demonio.
Per riconoscenza, Michele IV dona al suo monastero numerose terre e chiese nei territori di Trigiano e Malvito (Cosenza).
San Ciriaco muore a Buonvicino, il 19 settembre 1030, e viene sepolto nella chiesa dell’abbazia di S. Maria dei Padri, che da allora è intitolata al suo nome. Il suo culto è ancora molto vivo a Buonvicino e dintorni.



Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>