Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 155

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Personaggi Calabresi - Letterati


Caruso Domenico -‘U rivòggiu da Passioni

Caruso Domenico - Biografia
Calabrisi jeu sugnu

La donna calabrese nei proverbi
Il tempo nel folklore calabrese
All’Aspromonte
A Padre Pio
La licantropìa tra storia e leggenda
Cu' jìva 'u zzappa..
Il SS. Crocifisso di Terranova
Antonino Basile
A' stada
Natale di pace per tutti!
Amuri Grandi
Desiderio estremo
Vergine Santa
A Papa Francesco
Grazie, Papa Francesco!

Ave Maria
A Santu Martinu
‘U rivòggiu da Passioni
‘U Barveri
L'Antica Università di Calabria
Poesia di Natale
La crudeltà
Giuseppe Fantino
Rocco Caruso
A Natuzza Evolo
Paesi di Calabria - Taurianova
Padre Catanoso, un Santo calabrese

Lode a Maria
Ahi, serva Italia!
Alla Madre Celeste
O Matri risplendenti
1 2 3 4 5 6

‘U rivòggiu da Passioni
di Domenico Caruso

25
E la Madonna, trovandosi sula,
di cori lu ciangìu cu’ chjantu rruttu.
Novu lanzòlu e nova seportura,
a li vintiquattr’uri fu ‘n sepurcu.
Ora ch’è dittu lu rivòggiu tuttu,
mi cumpatìti se ‘nc’esti difettu:
chidu chi dissi lu dissi pe’ mottu,
ca jeu no’ lu lejia ca no’ sta scrittu.

26
Cu’ ama lu Signuri ‘i veru cori
lu paradisu di certu si pìgghja,
ma cu’ rimani sempri peccatori
se po’ si perdi non è meravìgghja!

Il canto, da me rielaborato nel dialetto della Piana di Gioia Tauro, raccoglie numerosi frammenti popolari sparsi nei vari paesi calabresi.
In particolare, esso si avvale della versione di S. Martino di Taurianova (R.C.) nonché di quelle pubblicate da Nino Germanò: “Canti e cunti” (a cura dell’Amministrazione Comunale di Scido - RC - del maggio 1985) e dalla rivista di letteratura popolare “La Calabria” di Monteleone - luglio 1893 (“Lu rivogiu” di Piscopio).
Comunque, non ostante gli sforzi ed alcune integrazioni, le lacune sono evidenti specialmente nelle forme verbali (ad es., il passato prossimo al posto del passato remoto) e nei vocaboli che per necessità di rima risultano ostici.
Talvolta manca l’accento ritmico o il verso appare claudicante. Nel rispetto dell’originalità non si poteva operare altrimenti.
La presente versione figura, anche, nel mio sito Internet www.brutium.info.

Domenico Caruso
S. Martino di Taurianova (Reggio Cal.)

1 2 3 4 5 6



Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>