Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 110

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Personaggi Calabresi - Letterati


Caruso Domenico -‘U rivòggiu da Passioni

Caruso Domenico - Biografia
Calabrisi jeu sugnu

La donna calabrese nei proverbi
Il tempo nel folklore calabrese
All’Aspromonte
A Padre Pio
La licantropìa tra storia e leggenda
Cu' jìva 'u zzappa..
Il SS. Crocifisso di Terranova
Antonino Basile
A' stada
Natale di pace per tutti!
Amuri Grandi
Desiderio estremo
Vergine Santa
A Papa Francesco
Grazie, Papa Francesco!

Ave Maria
A Santu Martinu
‘U rivòggiu da Passioni
‘U Barveri
L'Antica Università di Calabria
Poesia di Natale
La crudeltà
Giuseppe Fantino
Rocco Caruso
A Natuzza Evolo
Paesi di Calabria - Taurianova
Padre Catanoso, un Santo calabrese

Lode a Maria
Ahi, serva Italia!
Alla Madre Celeste
O Matri risplendenti
1 2 3 4 5 6

‘U rivòggiu da Passioni
di Domenico Caruso

20
Pe’ caminari po’ facìa violenza
e quanti voti catti pe’ la via!
Doluri ‘ntisi la grandi Potenza
ca ributtaru e jettaru a Maria.
Quandu a Munti Carvàriu si giungìa
a Cristu lu ‘nchianaru a strascinuni
e li so’ vesti chi ‘mbiscati avìa
‘nci li scipparu cu’ rràggia e fururi.

21
E li so’ càji rinnovati avìa,
sentiva li fragelli e li doluri.
L’affritta Matri ‘nchiovari sentìa,
fu ‘spostu ‘n cruci a li diciottu uri.
Si cunta di Gesù lu ver’amuri,
amuri ch’è perfettu, amuri eternu,
comu stremu amau li peccaturi,
chi vozzi liberari di lu ‘mpernu.

22
Arzàu po’ l’occhj a li diciannov’uri
e di cori pregau lu Patri Eternu:
- Patri, perduna li crocifissuri,
ca sunnu pacci e non han sentimentu! -
A li vint’uri fici testamentu
e a Gianni ‘nci dassau Matri Maria;
puru se stava ‘u spìritu perdendu,
ancora jidu patiri volìa.

23
- Sìzziu! - dissi e prestu a ‘nu momentu
feli ed acitu vinni preparatu;
lu dèzzaru e Gesù dissi ‘mbivendu:
- Consumatu esti! - e fu così spiratu.
Penzamu li doluri di Maria,
chi restau Matri scunzulata e sula:
guardava ‘a cruci e spirari vidìa
so’ fìgghju mentri sona vintun’ura.

24
Si vota e vidi ‘n’atra tirannìa:
Longinu ‘na lanciata va e ‘nci duna.
Si smòvinu li petri di la via,
scuràu lu suli, li stidi e la luna.
Giuseppi Arimatea ‘nci dissi allora:
- O Nicodemu, chistu è n’omu giustu! -
‘Nci scipparu li chiova e la curuna,
lu levaru a Maria mortu tuttu.

1 2 3 4 5 6



Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>