Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 88

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Personaggi Calabresi - Letterati


Barlaam II

Nato a Seminara, a Costantinopoli venne promosso Archimandrita. Conquistatosi i favori dell'Imperatore, fu inviato da Andronico in missione diplomatica per tentare di conciliare l'unione fra la Chiesa d'Oriente e quella Romana. Scrisse testi di filosofia e teologia sia in greco che in latino, tra gli altri ricordiamo: l'Etica secondo gli storici, due opere di astronomia e una di acustica e musica. Si interessò di matematica compiendo una glossa al libro di Euclide. Impartì lezioni di greco al Boccaccio che di lui scrisse: "Calabrese, piccolo di statura, ma grandissimo di sapere, talchè si portava seco attestati d'imperatori e principi e di più uomini dotti, che affermavano non solo ai loro tempi ma ancora da più secoli addietro non essere stato alcun altro fornito di tanta cultura".

Barlaam fu anche Maestro e amico del Petrarca. Il grande umanista toscano, quando il monaco era a Firenze, disse: "La Calabria ai nostri tempi ebbe uomini versati nella lingua greca. Fra costoro ebbi due amici intimi, il monaco Barlaam e Leone (Pilato), ossia Leonzio. Il primo era stato mio maestro".

Barlaam II viene considerato dagli storici figura di primissimo piano, esponente di rilievo di quella cultura sobria ma solenne dei chiostri



Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>