Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 89

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura

Personaggi Calabresi - Letterati


Abate Antonio Martino

Nasce a Galatro l'8 giugno 1818 da Domenico e Francesca Sorrentino, terzogenito di una famiglia in buone condizioni economiche. Nel settembre 1842 viene ordinato sacerdote nella cattedrale di Mileto.
Nel 1849 viene condannato in contumacia a quattro anni di reclusione per aver "cospirato" contro il regime borbonico. Dal 1850 viene arrestato ed evade ripetutamente. Nel 1851 scrive "La Pasquinata" per il canonicato di Cinquefrondi. Nel 1860 compone "La Calabria a sua madre Italia". Nel 1866 compone "Il Paternoster dei liberali". E' amministratore presso la casa del marchese Nunziante a San Ferdinando, donde in seguito viene licenziato per aver satireggiato con la poesia "La gonnella" contro la marchesa. Nel 1867 compone "L'agonia d'Italia" e "Il testamento di nostra madre".
Nel 1873 viene nominato arciprete di Caridà e sovrintendente scolastico. L'anno dopo scrive "La preghiera del calabrese al Padrenostro". Nel 1879 compone le poesie sacre. 17 marzo 1884: muore a Galatro.
Le sue poesie sono di carattere politico e religioso in lingua dialettale.



Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
© 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>