Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
La Calabria|Arte e Cultura|Tradizione e Folclore|Università|Scuola|
 Utenti online: 52

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in COL | Arte e Cultura


Patrimonio d'arte della Calabria
Antonello da Messina e la sua cerchia in Calabria II
Pagina 1 di 4
 
1 | 2 | 3 | 4
Jacobello d’Antonio – figlio primogenito d’Antonello – nasce probabilmente a Messina intorno al 1455; e appare documentato, la prima volta, nel testamento del padre, che risale al febbraio del 1479. Divenuto erede dei beni e della bottega paterni; porta a compimento talune opere cui s’era obbligato Antonello; ed assume come aiuti, nel 1479, Giovanni Jacopo Neuta; e, nel 1480, suo cugino Antonello de Saliba. Appare verosimile che Jacobello abbia preso parte, nel 1475-76, al soggiorno veneziano del padre. Sia perché il perduto S. Cristoforo, facente parte del Trittico di S. Giuliano (1478), sarebbe stato di sua mano; sia pure perché l’unica sua opera autografa – la Madonna col Bambino di Bergamo (1480) – assieme ad un S. Girolamo penitente, assegnatogli dal Longhi nel 1953 e riproducente l’analogo soggetto paterno di Reggio Calabria; risentono entrambi delle esperienze coeve della scuola veneta.
Jacobello d’Antonio (attr.): S. Girolamo penitente, Collezione privata lombarda
Jacobello d’Antonio: Madonna col Bambino (1480), Bergamo (Accademia Carrara)
Jacobello d’Antonio (attr.): S. Girolamo penitente, Collezione privata lombarda - Jacobello d’Antonio: Madonna col Bambino (1480), Bergamo (Accademia Carrara)
Di Jacobello, dopo il 1480, si perdono le tracce; e si presume la sua morte, da memorie del perduto testamento di sua nonna Garita, come antecedente al 1488.
La sua fortuna critica è stata, fino ad ora, piuttosto incerta. Mentre, infatti, dall’esame della tavola di Bergamo, Adolfo Venturi deduceva “lo scadimento dell’arte nata nella sua casa e fiorita nella sua terra”; Roberto Longhi designò, invece, Jacobello – sulla scorta dei pochi testi disponibili - come colui che “ebbe coscienza e rispetto grandi della poetica paterna”.
Un’ulteriore messa a punto potrebbe, dunque, derivare proprio dalla tavola calabrese; che, suffragata d’una comunicazione orale del Bologna, s’è avvalsa d’una perspicua attribuzione di Maria Pia Di Dario Guida (1978).
Pagina 1 di 4
 
1 | 2 | 3 | 4

Articolo a cura di Carlo Andreoli



Storia delle Province
Personaggi
Teatro
Musei
Musica Popolare
Musica
Cinema
Pittura
Poesie Calabresi
Fotografia
Letteratura
Tra Miti e Leggende
Patrimonio d'arte della Calabria

News
Calabria

 
Patrimonio d'arte
della Calabria


Un musicista del '700 napoletano: Giuseppe Avossa da Paola
Carlo Andreoli


Castelli del Tirreno Cosentino
Carlo Andreoli


Nuove tendenze d’arte contemporanea: Alejandra Daniella Santoro
Carlo Andreoli


Giovanni De Giacomo ed il folklore di Calabria
Carlo Andreoli


Centro Storico di Belvedere Marittimo
Carlo Andreoli


Profilo d’Edoardo Galli: archeologo calabrese
Carlo Andreoli


Il complesso medievale di S. Michele a S. Maria del Cedro
Carlo Andreoli


Giovan Bernardo Azzolino in Calabria
Carlo Andreoli


La bottega d’arte d’Eduardo Barone a Fagnano Castello
Carlo Andreoli


La Chiesa dei Cappuccini di Paola
Angelo Orsino


Il Catalogo Calabrese di Dirck Hendricksz
Carlo Andreoli


Una Chiesa Gesuita di Calabria Citra: Il Rosario di Paola
Carlo Andreoli


La chiesa di Montevergine a Paola
Carlo Andreoli


Codex Purpureus Rossanensis

La Chiesa di S. Nicola in Cosenza
Carlo Andreoli


Francesco Basile nella Chiesa Matrice di Cetraro
Carlo Andreoli


Il polittico di Cetraro di Giovan Bernardo Azzolino
Carlo Andreoli


Scultori calabresi del 600 Fra Diego Da Careri
Carlo Andreoli


Ritratti d'arte di personaggi calabresi
Carlo Andreoli


Antonello da Messina e la sua cerchia in Calabria II
Carlo Andreoli


Antonello da Messina e la sua cerchia in Calabria I
Carlo Andreoli


Il monumento sepolcrale d' Ademaro Romano a Scalea
Carlo Andreoli


Siti Archeologici romani nel tirreno cosentino
Carlo Andreoli


La "Visitazione della Vergine ad Aieta", Belvedere e Fuscaldo
Carlo Andreoli


Genesio Galtieri sul Tirreno Cosentino
Carlo Andreoli


Il Museo Comunale di Praia a Mare
Carlo Andreoli


Tre vicende d’arte e di cultura: tra mistero ed esoterismo
Carlo Andreoli


Significato proprio d’un dipinto nel Duomo di Cosenza
Carlo Andreoli


Tutti gli articoli
© 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




?>