Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 63

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



 Vibo Valentia: Ucciso con colpi di pistola un pregiudicato 30 / 05 / 2012

I carabinieri di Vibo Valentia hanno arrestato Giuseppe Pannace, di 21 anni, di San Gregorio d'Ippona, per l'omicidio del pregiudicato Giuseppe Prostamo, di 60 anni, ritenuto esponente di spicco della cosca Tavella-Prostamo-Pititto di San Giovanni di Mileto, ucciso con cinque colpi di pistola al volto il 4 giugno 2011 a San Costantino Calabro. Il giorno del delitto era stato arrestato Francesco Pannace, di 25 anni, cugino di Giuseppe. Un minorenne risulta indagato.

L'arresto è stato disposto dal gip di Vibo, Alessandro Piscitelli, su richiesta del pm Alessandro Pesce. Per l'omicidio, il giorno stesso del delitto, i carabinieri avevano arrestato Francesco Pannace, di 25 anni, cugino di Giuseppe ritenuto contiguo alla cosca Fiarè - Gasparro - Razionale. Nell'inchiesta è indagato anche un minorenne la cui posizione è al vaglio della Procura per i minorenni di Catanzaro.

L'omicidio, nonostante i legami dei protagonisti con le cosche del vibonese, secondo gli investigatori non sarebbe da ricondurre alla criminalità organizzata, tant'è che l'inchiesta è rimasta alla Procura di Vibo Valentia e non è passata alla Dda di Catanzaro. Per l'accusa, all'origine del delitto vi sarebbero stati contrasti personali.


Etichette:

vibo valentina, omicidio, cronaca nera,


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 1156 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>