Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 58

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



fauna 15 / 10 / 2010

 Formare tecnici con conoscenze teoriche e pratiche finalizzate alla gestione della fauna e degli habitat del territorio provinciale, nonché alla gestione delle imprese agricole e zootecniche.
Questi i principali obiettivi del corso per Tecnico faunistico, organizzato dall’assessorato provinciale all’Agricoltura guidato da Nazzareno Fiorillo, che ha preso il via oggi, nella sala del Consiglio provinciale di Vibo Valentia.
Il progetto di formazione, dunque, fornirà conoscenze sulla gestione a fini faunistici e zootecnici degli ecosistemi agricoli e forestali.
In particolare, la didattica - ha spiegato Lorenza Salpietro, docente della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell’Università di Messina, alla quale è stata affidata la responsabilità scientifica del corso - è orientata a fornire competenze multisettoriali relative alla conservazione e alla gestione delle risorse faunistiche, al miglioramento qualitativo e quantitativo delle produzioni animali, all’allevamento, alla sanità e al benessere degli animali allevati.
Nell’ambito delle attività di pianificazione e riorganizzazione del settore faunistico della Provincia di Vibo Valentia, l’assessorato all’Agricoltura ha programmato, quindi, lo svolgimento di questo corso di aggiornamento e formazione «anche perché - ha affermato Fiorillo, facendo riferimento ad una delle problematiche del settore più incombenti come i danni causati dai cinghiali - la preparazione di tecnici faunistici qualificati può contribuire, attraverso l’elaborazione di una specifica pianificazione teorica ed una conseguente azione operativa, a far rientrare nella norma la proliferazione della popolazione locale di ungulati, che è stata in questi ultimi anni una delle maggiori cause di danni alle coltivazioni e alle infrastrutture agricole».
«Tale situazione - ha continuato l’assessore - ha visto uno sviluppo anomalo rispetto ad una normale dinamica di espansione della specie. Circostanza che non ha favorito la buona disponibilità dei proprietari a concedere la fruizione dei fondi per l’attività venatoria, pregiudicando i rapporti tra cacciatori e agricoltori in particolare, ma anche con l’intera popolazione provinciale».
«Numerose sono state, tra l’altro, le richieste di risarcimento dei danni causati dai cinghiali presentate all’assessorato provinciale e agli Ambiti territoriali di caccia (Atc) che operano sul territorio provinciale - ha aggiunto a riguardo il dirigente provinciale del settore agricoltura, Gianfranco Comito -. Continue, poi, sono le petizioni popolari e le lamentele di molti sindaci, per cui si può ragionevolmente asserire che quasi tutte le aree rurali della provincia sono interessate dall’azione distruttiva degli ungulati».
Il corso di formazione, come accennato, sarà coordinato dalla professoressa Salpietro, che si avvarrà della collaborazione del funzionario provinciale Maria Concetta Forte e dei tutor Antonio Rotella e Domenico Pascali.
La didattica si svolgerà attraverso sessioni teoriche, teorico-pratiche ed applicative con la frequenza di uno stage presso l’istituto della Fauna selvatica di Firenze. All’inaugurazione del corso erano presenti, tra gli altri, il funzionario regionale Serafino Nero e il consigliere provinciale Renato Arone.

Ecco le materie, con il relativo numero di ore di lezione, che verranno studiate dai corsisti:
Zootecnia, Biologia, salute e benessere degli animali - 10 ore
Fondamenti di produzione animale - 10 ore
Morfologia e fisiologia della fauna - 10 ore
Selvicoltura - 5 ore
Ecologia agraria e forestale - 5 ore
Pedologia - 5 ore
Cartografia e sistemi informativi territoriali - 10 ore
Economia delle risorse naturali - 10 ore
Allevamenti faunistici e modalità di censimento - 10 ore
Evoluzione della fauna selvatica in Italia - 5 ore
Fauna dei torrenti, fiumi, laghi e paludi - 10 ore
Gestione forestale delle aree protette - 10 ore Tirocinio o stage - 30 ore


Etichette:

vibo valentia, corsi


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2908 volte | Letto 2 volte oggi
    1. adamo 20/12/2010 - 11:21
      vorrei sapere se ce possibilità di frequentazione e vari documenti che servono.. ringrazio anticipatamente
    2. Roberto Riva 02/05/2012 - 21:41
      Vorrei sapere se è possibile non essere obbligati alla frequenza e se corsi simili da me frequentati danno origine a crediti validi spendibili per questo corso. Grazie
    3. bassi Lino 13/10/2012 - 10:08
      Gradirei mettermi in contatto telefonico per chiedere alcune informazioni per partecipare al corso cell.340.537.5791 Lino Bassi
    Lascia un commento
    Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
    Nome*
    Email (non verrà visualizzata)*

    + = ( Inserisci il risultato della somma)*


     




    © 1997-2019 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




    ?>