Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 129

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



San Gregorio d'Ippona: due arresti per armi e droga 14 / 01 / 2011

 Armi, munizioni e droga, questo il bottino dell’ultima operazione degli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia che ieri mattina, con il supporto delle unità cinofile, dei Cacciatori e dei militari del G.O.C. del capoluogo, hanno passato al setaccio un’officina ed alcuni appartamenti siti nel pieno centro di S. Gregorio D’Ippona. Gli uomini della Stazione Carabinieri di Vibo Marina e del N.OR.M. hanno scoperto all’interno dell’officina gestita da Michele Schiavello, meccanico pregiudicato 38enne, e dal cognato Francesco Calamonici, anche lui meccanico ma incensurato 31enne, entrambi residenti a S. Gregorio D’Ippona, un vero e proprio arsenale.

I due, tra gli attrezzi ed alcuni pezzi di ricambio, avevano abilmente occultato un fucile AK-47 Kalashnikov, con calciolo retrattile per renderne più facile l’occultamento e la matricola cancellata, ben 100 proiettili cal. 6.35, 25 cartucce cal. 16 ed oltre mezzo kg di marijuana, già divisi in 8 buste accuratamente messe sotto vuoto per resistere all’umidità. Una vera e propria miniera in cui, non solo la droga era pronta per essere spacciata, ma le armi e le munizioni erano perfettamente conservate e pronte per essere utilizzate in qualsiasi momento.

Per i due sono quindi immediatamente scattate le manette con l’accusa di detenzione illegale di arma da guerra clandestina, detenzione illegale di munizioni e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo gli atti di rito, sono stati tradotti presso il carcere del capoluogo dove attenderanno le decisioni dell’autorità giudiziaria.


Etichette:

arresti, droga, armi


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 1898 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>