Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 120

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Riconoscimento Unesco alla Cattedrale di Cosenza 04 / 05 / 2012

L'Amministrazione Comunale, la Provincia di Cosenza e la Regione Calabria si raccolgono intorno all’Unesco, sezione di Cosenza, che ha consegnato alla Cattedrale di Cosenza il significativo riconoscimento di Patrimonio Testimone di una Cultura di Pace.

La cerimonia ufficiale si terrà domani pomeriggio, sabato 5 Maggio, nella stessa Cattedrale, con un momento di confronto che coinvolgerà istituzioni e tecnici in un dialogo a più voci – che sarà concluso da S.E. Mons. Salvatore Nunnari, Arcivescovo di Cosenza- Bisignano - su uno dei luoghi più amati dai cosentini, nei secoli messaggero di pace.

“La Cattedrale fu riconsacrata nel 1222 alla presenza di Federico II che, in quell’occasione, donò la preziosa Stauroteca - ha ricordato Mario Caligiuri, aprendo la conferenza stampa di presentazione dell’evento -. Lo stesso Federico II che aveva concluso la prima Crociata vinta senza combattere, ma solo con le armi del dialogo e del confronto”.

L’assessore alla cultura Maria Francesca Corigliano ricorda l’impegno dell’istituzione a favore del multiculturalismo e sottolinea come il ruolo aggregante della Cattedrale abbia una particolare importanza in una fase storica in cui la coesione sociale è a rischio. È un riconoscimento, quello che viene dall’Unesco, al quale tutti i presenti guardano non come fine a se stesso, individuandovi piuttosto un nuovo stimolo a intraprendere percorsi di pace, a progettare azioni di accoglienza. In quest’ottica il Vicesindaco Katya Gentile avverte il senso di responsabilità che ne deriva alle istituzioni.

“Sentiamo sempre parlare di riconoscimenti che guardano all’aspetto materiale del bene storico-artistico, inteso come recupero. L’Unesco ci affida invece un significativo riconoscimento morale che ci impegna a perpetuare con maggiore forza azioni di pace, in sinergia con le altre istituzioni, con i privati, con le associazioni. Con l’Unesco – conclude – proseguiremo il cammino con un prossimo protocollo di intesa che, nell’incertezza delle risorse figlia di questa crisi, ci vedrà lavorare in rete per valorizzare il nostro patrimonio storico-culturale”.

È un appassionato lavoro di squadra quello che richiama il presidente del Club Unesco di Cosenza, Enrico Marchianò che, dal suo direttivo e fino ai numerosi sponsor istituzionali e privati, si scioglie in una serie di sentiti ringraziamenti. “Fede, pace e cultura - afferma - sono un trinomio inscindibile che accompagna l’impegno dell’Unesco. La Cattedrale è un patrimonio architettonico ma anche patrimonio morale, faro di accoglienza da sempre che, oggi, attraverso la Diocesi, continua un’attività a favore della pace che le viene formalmente riconosciuta”.

Quello al Duomo è il primo riconoscimento che l’Unesco concede alla Calabria. Nelle parole di tutti c’è l’auspicio che non sia l’ultimo giacché – lo ricordano sia l’assessore Caligiuri che il presidente Marchianò – diverse ed eterogenee sono le candidature presentate, dalle minoranze linguistiche calabresi all’abete bianco di Alessandria del Carretto, dalle macchine a spalla tipiche anche della nostra regione fino al Parco della Sila.


Etichette:

cattedrale, Unesco, Cosenza, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 814 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>