Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|CittÓ dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 182

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
CittÓ dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

La confisca ha riguardato attivitÓ commerciali, numerosi immobili ed autoveicoli, conti correnti e polizze assicurative



Reggio: sequestrati beni per un valore di 2mln a Natale Ianný 25 / 09 / 2013

Sono stati sequestrati beni mobili e immobili per un valore di circa 2 milioni di euro dalla polizia di Reggio Calabria e appartententi al 46enne Natale Iannì, ritenuto un esponente della cosca dei Borghetto-Caridi-Zindato. La confisca ha riguardato attività commerciali, numerosi immobili ed autoveicoli, conti correnti e polizze assicurative ed è stata disposta dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione ed eseguita dagli agenti della Divisione Anticrimine, diretta dalla prima dirigente Marina D'Anna.
Iannì era stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito dell’operazione denominata “Alta Tensione” del 29 ottobre 2010 e che ha riguardato 34 persone considerate responsabili di “associazione a delinquere di tipo mafioso” per aver fatto parte della cosca di ‘ndrangheta dei Borghetto-Caridi-Zindato.
Il 24 febbraio del 2012 erano stati sequestrati al 46enne la società “Delizie Meridionali di numera Atonia & C. s.a.s.”, con sede legale a Reggio; due unità immobiliari in località S. Stefano in Apromonte-Gambarie; quattro unità immobiliari adibite ad autorimesse e negozi sempre a Reggio Calabria; una unità immobiliare a Reggio; quattro autovetture; conti correnti e varie polizze assicurative.
Iannì era stato arrestato il 29 ottobre del 2010 dalla Squadra Mobile in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nell'ambito dell'operazione denominata "Alta Tensione" che coinvolse 34 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso per aver fatto parte della cosca di 'ndrangheta "Borghetto-Caridi-Zindato", operante nei quartieri meridionali del territorio di Reggio Calabria.
L'ndagine, coordinata dal Procuratore Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, si era occupata delle vicende criminali dei quartieri Modena, S.Giorgio e Ciccarello, un'area cittadina, nella quale, secondo quanto emerso dalle indagini, il sodalizio criminale aderente al cartello Libri era in grado di esercitare una costante influenza nei confronti di imprenditori e commercianti, vittime di estorsioni, danneggiamenti ed imposizione di ditte riconducibili al sodalizio mafioso negli appalti edili pubblici e privati. In tale contesto a Iannì é attribuito dagli inquirenti un ruolo apicale, attraverso l'esercizio di un'attività di intermediazione mafiosa nell'interesse delle imprese riconducibili al sodalizio, e partecipando in prima persona alle attività estorsive della cosca.
Il Tribunale ha avvalorato l'esito delle indagini patrimoniali che hanno dimostrato che l'uomo, in virtù della sua appartenenza al sodalizio mafioso, era riuscito ad accumulare un consistente patrimonio immobiliare e commerciale certamente sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. Il provvedimento di confisca ha riguardato: una società in accomandita semplice "Delizie Meridionali di Nucera Antonia & C." operante nella vendita di prodotti alimentari, con sede a Reggio Calabria; un appartamento al piano attico sito sempre a Reggio Calabria; una villetta a tre piani fuori terra realizzata a Gambarie, località turistica del reggino; quattro unità immobiliari adibite a negozio site a Reggio Calabria; quattro autoveicoli; un conto corrente e varie polizze assicurative. Il valore del patrimonio confiscato ammonta a circa 2 milioni di euro.


Etichette:

reggio calabria, confisca, 'ndrangheta, clan Borghetto-Caridi-Zindato, natale ianný


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 3511 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>