Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 153

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Reggio: scoperta bisca clandestina, nove denunce 18 / 01 / 2011

 Ennesimo brillante risultato conseguito dalla Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Reggio Calabria nel settore del gioco d’azzardo clandestino.
Dopo l’ultimo sequestro del centro scommesse clandestino, i militari del Gruppo delle Fiamme Gialle reggine, al termine di una capillare attività investigativa d’iniziativa e continui appostamenti espletati anche nell’ambito dei quotidiani servizi istituzionali di controllo economico del territorio hanno sorpreso, in una delle numerose sale asservite ad un locale di circa 200 mq situato all’interno di un regolare circolo ricreativo privato di Reggio Calabria, dieci soggetti intenti a praticare il gioco della “briscola francese”, seduti ad un tavolo professionale specificatamente destinato allo scopo e circa 1000 euro complessivi posti al centro dello stesso ed in possesso dei giocatori.
L’acume investigativo e l’istantaneità del blitz praticato nel locale reggino, permettevano alle Fiamme Gialle di scovare la piccola centrale del gioco d’azzardo - posta in maniera defilata ed accessibile anche da un ulteriore ingresso, nonché dotata di mobilio/suppellettili vari destinati alla ricettività degli avventori e di un apposito regolamento interno - interrompendo, così, nel vivo, la “bisca” clandestina organizzata dai 9 “giocatori” - in possesso della stanziata somma in denaro (posta al centro del tavolo e detenuta dagli stessi) pari a complessivi 1000 euro, quale presunto monte premio finale per il vincitore. Nella stessa circostanza, venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro, in un altro locale del circolo, n. 4 apparecchi elettronici da divertimento e intrattenimento illegali, di cui n. 2 sprovvisti di autorizzazione e non in rete con i concessionari dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.
Lo specifico giuoco vietato si contraddistingue, al pari degli omologhi qualificati come d’azzardo, per il palese fine di lucro riconnesso all’assoluta aleatorietà delle modalità di vincita, legate al caso e non all’abilità del praticante.
Pertanto, in ragione del vigente divieto sancito dalla Questura di Reggio Calabria in ossequio alla disposizioni contenute nell’art. 110 del T.U. delle leggi di P.S., venivano sottoposti a sequestro, le somme di denaro, nonché tutti gli articoli funzionali alla illecita pratica (2 mazzi di carte da poker e 3 mazzi di carte “napoletane”) e 4 apparecchi elettronici da divertimento e intrattenimento illegali segnalando alla locale Procura il presidente del circolo e gli avventori per violazione, l’uno, dell’art. 718 del c.p. e relativamente ai videogiochi illegali ai sensi dell’art. 86 del TULPS, gli altri dell’art. 720 del c.p. e il noleggiatore (una società di capitali con sede in Reggio Calabria) di uno dei giochi segnalata all’A.A.M.S., ai sensi dell’art. 110 comma 9 lett. d) del TULPS.
L’attività di servizio testimonia, ancora una volta, l’efficace e costante presidio economico esercitato dal Corpo anche sul territorio cittadino, a tutela del sano e regolare andamento dell’economia, in un settore in critica espansione e di forte impatto socioeconomico.


Etichette:

bisca, clandestina, denunce


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 675 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>