Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 98

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Reggio calabria: arrestato postino per reati di apertura, sottrazione e distruzione di corrispondenza, nonché furto di beni. 14 / 01 / 2011

 Alle prime ore del mattino di oggi, personale del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni “Calabria”, ha dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere, nei confronti di MIANO Umberto, di anni 51, impiegato presso le Poste Italiane, con la qualifica di portalettere, in servizio presso il Centro Primario di Distribuzione “Nord” di Reggio Calabria, in quanto resosi responsabile dei reati di apertura, sottrazione e distruzione di corrispondenza, nonché furto di beni.
L’indagine, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, Sost. Procuratore della repubblica, dr. Rocco COSENTINO, prende spunto nel corso dell’anno 2010, da esposti e lagnanze di numerosissimi utenti reggini, che lamentavano il mancato recapito di pacchi, oggetti e corrispondenza, in alcune zone specifiche della città.
L’incipit delle attività investigative, supportate anche da una fattiva collaborazione dei Responsabili Regionali e locali di Poste Italiane, partiva dalle zone interessate consentendo alla Polizia Postale di Reggio Calabria, di individuare, anche grazie alle attività di videosorveglianza, il responsabile dei reati.
Lo stesso, infatti, sin dalle prime ore delle mattino, rovistava all’interno del deposito ove prestava la propria attività lavorativa, impossessandosi abilmente di ogni bene di valore, distruggendo ciò, che a suo parere, non gli era utile.
Durante le perquisizioni effettuate dagli agenti, presso il proprio domicilio e la sede di lavoro, venivano rinvenuti centinaia di articoli di ogni genere, timbri di professionisti, copie di ricevute fiscali in bianco, tutti accatastati in maniera confusa, tanto da rendere difficile una catalogazione, ed il trasporto in Ufficio del materiale.
Particolarmente complessa, è risultata l’individuazione del domicilio, in quanto lo stesso, non censito al Comune di Reggio Calabria, forniva all’azienda e ad altri enti innumerevoli indirizzi.


Etichette:

reggio, posti, furto ,beni


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 1863 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>