Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 102

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



protesta 21 / 01 / 2010

Continua senza sosta la protesta dei lavoratori del call center Phonomedia, senza stipendi ormai da diversi mesi e senza risposte valide e concrete sulle loro sorti lavorative.
Abbandonati da quelle Istituzioni che dovrebbero essere al fianco del lavoratori e cittadini onesti.
Tanti  lavoratori, davanti la sede della Presidenza dell’Ente regionale a Catanzaro, hanno dato vita all’ennesima estenuante manifestazione di protesta.
Tra questi, tanti giovani e tantissime donne, molte delle quali hanno manifestato insieme ai propri bambini.
La Phonomedia è un’azienda nata in seguito alla cattiva gestione di risorse pubbliche.
In Calabria rappresentava lavoro per ben 2500 persone (e relative famiglie, sogni, speranze, progetti), ma ancora per i dipendenti Phonomedia non sono arrivate risposte sil loro futuro professionale. Loro, intanto, stanno continuando con l’occupazione della sede del call center senza avere mai visto i responsabili della multinazionale, nessuno di questi, infatti, si è presentato nella struttura catanzarese per far conoscere il futuro ai dipendenti, i quali sono giustamente preoccupati di conoscere le loro sorti  e, al contempo, indignati per il modo in cui è stata possibile l’apertura dell’azienda da parte di “fantasmi” che hanno usufruito dei fondi erogati in favore della Calabria. Ora qualcuno si è arricchito lasciando migliaia di famiglie di lavoratori senza stipendio e prospettive.
In aiuto ai dipendenti si sono mossi l’europarlamentare Idv, Luigi De Magistris che in risposta agli stessi dipendenti ha detto La Procura della Repubblica di Catanzaro si deve attivare per effettuare tutte le verifiche rispetto a una vicenda che lascia spazio alle ipotesi di spreco di denaro pubblico, intrecci e interessi clientelari e il capogruppo di Nuova Alleanza, Franco Cimino secondo il quale il pessimo esempio di Phonomedia insegna l’uso strumentale e sbagliato delle risorse finanziarie pubbliche e di come tutto questo causa danni all’economia calabrese, adesso c’è bisogno di un Piano tra Governo e Regione per riconvertire i lavoratori o aiutarli a collocarli in altre aziende.

Angela Mendicino
 


Etichette:

phonomedia, call center, protesta lavoratori, catanzaro, spreco denaro pubblico, aziende fantasma


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2081 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>