Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 149

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Perle di Cosenza: la Commissione cultura riceve studenti meritevoli del liceo scientifico Scorza 10 / 05 / 2012

Ad auspicarlo è stato il prof. Franco Mollo che li ha accompagnati insieme al preside Rodolfo Luciani. E cioè che i ragazzi del Liceo Scientifico “Scorza”, ospiti della Commissione cultura di Palazzo dei Bruzi nell’ambito dell’iniziativa “Perle di Cosenza”, volta a segnalare alla città le eccellenze esistenti nel mondo della scuola cosentina, possano eguagliare i successi e le scoperte di cui si resero protagonisti a Roma “I ragazzi di Via Panisperna”, il gruppo di ricerca sulla fisica nucleare formatosi, negli anni trenta, all’Istituto di Fisica, per iniziativa di Enrico Fermi e che comprendeva anche Emilio Segrè, Bruno Pontecorvo, Edoardo Amaldi ed Ettore Majorana.

E un primo, piccolo passo in quella direzione due dei sei ragazzi dello “Scorza” ospitati in commissione cultura lo hanno già compiuto, per avere, il 20 Aprile scorso, varcato la soglia del Centro “Enrico Fermi” di Roma, per partecipare, nell’ambito del programma “la scienza nelle scuole”, alla seconda Conferenza indetta dal Centro “Enrico Fermi”, alla presenza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, del ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e del fisico Antonino Zichichi, primo presidente dello stesso Centro di Ricerca romano.

Questo grande privilegio è toccato a Simone Aramini e Marco Furci e il progetto strategico di ricerca del Centro “Fermi” sui raggi cosmici avrà un seguito importante per il Liceo “Scorza” dove sarà installato un telescopio nel prossimo autunno e a tenerlo a battesimo sarà proprio il prof.Antonino Zichichi. I ragazzi dello “Scorza” parteciperanno alla prima fase di formazione, grazie a una borsa di studio, presso il Cern di Ginevra. Insieme a Simone Aramini e a Marco Furci, a essere ricevuti in Commissione cultura sono state anche altre quattro eccellenze del Liceo “Scorza”: Alessandro Acri, Elvira Clausi, Adriana Settino e Francesco Antonio Vita.

Tutti ragazzi con una media che sfiora i 10/10. A introdurre la seduta della commissione, il presidente Claudio Nigro. Non è mancato un vero e proprio amarcord, per essere stato il presidente Nigro, negli anni ’70, un alunno dello “Scorza” e per aver avuto come docente di matematica proprio l’attuale preside Rodolfo Luciani. È stata poi la volta del consigliere Mimmo Frammartino, artefice e ispiratore della rassegna “Perle di Cosenza” dedicata alle eccellenze della scuola cosentina. Rivolgendosi ai ragazzi dello “Scorza” Frammartino li ha spronati a non vivere con sfiducia il difficile momento che sta attraversando il Paese, invitandoli a credere ancora nella meritocrazia.

“Il sapere – ha detto Frammartino – è una risorsa importante sulla quale investire per la propria vita ed il proprio futuro. È il sapere, infatti, lo strumento che vi consentirà di aprire molte altre porte”. Apprezzamento per l’iniziativa promossa dalla commissione cultura di Palazzo dei Bruzi è venuto dal dirigente scolastico Rodolfo Luciani.

“Il nostro Liceo – ha affermato il preside Luciani – ha già ospitato nomi importanti della ricerca e della scienza, come Rita Levi Montalcini, Antonino Zichichi e l’astrofisica Sandra Savaglio, coniugando l’impostazione umanistica con quella scientifica. Ne sono prova anche tutte quelle attività e quei laboratori che abbiamo avviato e che avvieremo nel corso del tempo, dalla stazione metereologica a quella astronomica, dalla visita al Cern di Ginevra alla partecipazione alla conferenza al Centro “Enrico Fermi” di Roma”.

La filosofia che anima i programmi del Liceo “Scorza” è stata quindi illustrata dal prof. Franco Mollo, artefice di molte delle attività extracurriculari svolte dai ragazzi dello scientifico cosentino. “Ci stiamo impegnando – ha sottolineato Mollo – per proiettare i nostri ragazzi che si distinguono e che rappresentano delle eccellenze in una società, sempre più competitiva, che richiede studio e preparazione. L’iniziativa “Perle di Cosenza”, proposta dalla commissione cultura di Palazzo dei Bruzi – ha aggiunto – merita apprezzamento perché rappresenta un significativo momento di sintesi tra territorio, istituzioni e mondo della scuola”.

Sono seguiti gli interventi dei sei ragazzi dello “Scorza”, entusiasti del confronto e degli scambi culturali che grazie alla loro scuola hanno potuto avere. Sognano un mondo più meritocratico e, soprattutto, una politica che pensi meno all’interesse dei singoli e più al bene comune. Nel corso dell’incontro sono intervenuti, inoltre, i consiglieri comunali Michelangelo Spataro, Roberto Sacco, Cataldo Savastano e Massimo Commodaro.

Tutti concordi, insieme al presidente Claudio Nigro, nel dire che ragazzi come gli studenti dello “Scorza” rappresentano delle certezze per il futuro della Calabria che ha tanto bisogno di certezze, ma anche nel ribadire che chi investe nel sapere aiuta la crescita della collettività.

“Solo la cultura ci rende diversi”, questo il monito conclusivo di un ex insegnante di italiano e latino, Maria Paola Francavilla, che, nonostante sia in pensione dallo scorso anno, dopo 40 di insegnamento, non ha voluto perdere l’appuntamento con i suoi ragazzi ai quali è ancora molto legata. Al termine, Simone, Marco, Alessandro, Elvira, Adriana e Francesco Antonio sono stati premiati con alcune medaglie ricordo.


Etichette:

cultura, studenti, Cosenza, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cultura e Spettacolo in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 1182 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>