Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 105

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Luigi Pellazza in visita nella Piana per ricostruire i meccanismi dello spaccio della droga che la 'ndrangheta "baipassa" dal porto



Le Iene a Gioia Tauro e Rosarno: dal narcotraffico nel porto ai meccanismi della 'ndrangheta locale 08 / 05 / 2014

"La porta bianca dell'Europa". Viene definito così il porto di Gioia Tauro dall'inviato del programma Le Iene Luigi Pellazza, in visita nella Piana per ricostruire i meccanismi dello spaccio della droga che la ‘ndrangheta “baipassa” da Gioia.

Nel servizio, andato in onda ieri sera su Canale 5, Alessandro Barbera, Colonnello della Guardia di Finanza, ha spiegato che le fiamme gialle riescono ogni anno a sequestrare circa due tonnellate di cocaina, solo una piccola parte (il 10%) degli stupefacenti che le cosche fanno arrivare in Europa dal Sud America. E, nonostante la presenza costante delle autorità doganali, su tre milioni di container ospitati annualmente nel porto e fatti passare attraverso i raggix, solo 5000 riescono ad essere ispezionati.

Significativa anche la testimonianza di Antonino De Masi, l’imprenditore che si è ribellato al clima di omertà denunciando le intimidazioni subite dai malavitosi. A De Masi era stato affidato il compito di curare la manutenzione dei container e, dopo aver deciso di non collaborare con la ‘ndrangheta, gli atti intimidatori si sono fatti sentire, come anche i diversi colpi di pistola sono stati sparati contro i cancelli della propria attività: “Un chiaro segnale: fermati non andare oltre”, dice a Pelazza.

Il Procuratore Cafiero De Raho, dopo aver elencato le cosche che “hanno in mano” il porto di Gioia, quindi i Bellocco, i Pesce i Piromalli, ha ricordato che nei soli primi quattro mesi del 2014, sono stati sequestrati 800 kg di cocaina. Inoltre, il Procuratore ha parlato degli infiltrati della mafia tra le società che operano nel porto, come nella MCT (società che gestisce i container), il cui direttore operativo, Giuseppe Trimarchi venne arrestato nel 2011 per aver tentato di portare fuori dal porto 530 kg di cocaina.

Da Gioia Tauro, Pellazza è partito alla volta di Rosarno proprio alla ricerca di informazioni sul clan dei Pesce riusciendo a intervistare qualcuno dei componenti, dichiaratosi "vittima di ingiustizie".

Ma ciò che ha fatto maggiormente discutere, sono state le dichiarazioni del parroco di locale, don Carmelo Ascone, meglio conosciuto come “don Memè”, il quale, ai microfoni di Luigi Pellazza ha dichiarato: “Rosarno non è una città mafiosa” e dopo essersi scagliato contro il sindaco di Rosarno vittima di diverse intimidazioni, alludendo a una serie di favoritismi della magistratura legati alla posizione politica ("Quando il sindaco è di sinistra viene scortato, quando è di destra no"), e aver "vantato" la 'ndrangheta perché dà lavoro, a differenza dello Stato, ha parlato dei Pesce definendola una famiglia per bene.


Etichette:

Le Iene, Gioia Tauro, Rosarno, Luigi Pellazza, clan Pesce, Reggio Calabria, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2404 volte | Letto 3 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>