Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 86

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Il boss dell'omonima cosca del Soveratese, scampato all'attentato del marzo 2010, rimase ucciso appena un mese dopo in un successivo agguato portato a termine a colpi di kalashnikov



Iniziato il processo per l'attentato al boss Vittorio Sia 14 / 02 / 2013

È iniziato ieri, davanti al tribunale collegiale di Catanzaro, il dibattimento a carico di Mario Mongiardo, 44 anni, una delle sei persone accusate del tentato omicidio aggravato di Vittorio Sia, presunto boss dell'omonima cosca del Soveratese scampato all'attentato del marzo 2010, ma rimasto ucciso appena un mese dopo in un successivo agguato portato a termine a colpi di kalashnikov. Davanti ai giudici (presidente Adriana Pezzo, a latere Emanuela Folino e Barbara Fatale) hanno preso la parola i primi testimoni chiamati dal pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia, alcuni degli investigatori che eseguirono le indagini, prima che il processo venisse rinviato al primo marzo per il prosieguo. Per gli altri coimputati coinvolti nella medesima inchiesta, che hanno scelto il rito abbreviato, il procedimento si è concluso il 22 gennaio scorso con cinque condanne, a pena comprese fra tre anni e otto mesi di reclusione e un anno.

Il giudice distrettuale dell'udienza preliminare ha accolto quel giorno la richiesta della Procura antimafia di dichiarare i cinque imputati colpevoli - nell'inchiesta sono stati contestati il tentato omicidio aggravato dall'aver agito per agevolare un'associazione a delinquere di stampo mafioso, oltre alla detenzione e porto di armi alterate -, ed ha condannato: Domenico Todaro (51 anni), Vincenzo Todaro (30), e Giovanni Angotti (43), a tre anni di reclusione ciascuno, Daniela Iozzo (30) a tre anni e otto mesi, e Pietro Danieli (35), a un anno e 600 euro di multa. I cinque avevano chiesto il rito abbreviato a fine novembre quando Mongiardo è stato invece rinviato a giudizio. Gli imputati - tranne Danieli - furono destinatari di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per aver partecipato, secondo l'accusa, ciascuno con un preciso ruolo, all'organizzazione dell'attentato ai danni di Sia.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti infatti, avrebbero agito in concorso nel tentativo di uccidere il presunto boss 51enne, non solo per eliminare una personalità di massimo spessore nella corsa al controllo del territori, ma anche per vendicare la scomparsa del giovane Giuseppe Todaro - sparito il 23 dicembre del 2009 - figlio di Domenico Todaro, fratello di Giuseppe, e fidanzato con la giovane Iozzo.


Etichette:

soverto, cosca


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 1640 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>