Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 52

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

In particolare, è stato colpito il patrimonio di Giuseppe Cosimo Ruga, 63 anni, e degli eredi del fratello Andrea Ruga ucciso nel 2011



Sequestrati beni per un valore di due milioni di euro alla cosca reggina Ruga 21 / 03 / 2014

La Polizia di Reggio Calabria ha sequestrato alla cosca Ruga, che opera sulla costa ionica reggina, beni per un valore di due milioni di euro. In particolare, è stato colpito il patrimonio di Giuseppe Cosimo Ruga, 63 anni, e degli eredi del fratello Andrea Ruga ucciso nel 2011.

Entrambi sono ritenuti elementi di vertice dell’omonima cosca di Monasterace e Stilo. Giuseppe Cosimo Ruga annovera un passato criminale che lo avrebbe portato al vertice della cosca. Dagli anni '70 ad oggi è stato raggiunto da condanne definitive per gravissimi reati quali associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidio, distruzione di cadavere, estorsione, ricettazione, rapina, evasione, rissa e porto abusivo di armi. È stato anche ritenuto responsabile di tre sequestri di persona a scopo estorsivo, compiuti tra il 1975 e il 1982, per tali fatti è stato condannato dalle autorità giudiziarie di Torino, Milano e Roma. Arrestato nell’84 dopo un lungo periodo di latitanza, la Procura della Repubblica di Reggio Calabria con provvedimento di cumulo ha poi determinato la sua pena in 29 anni di reclusione, di cui 27 scontati ininterrottamente e dal 2010 ad oggi in regime di libertà vigilata.

I beni sequestrati sono un fabbricato a due piani fuori terra composto da quattro appartamenti, due box ed un magazzino sito in via Lupa a Monasterace; un fabbricato a due piani sito in contrada Lambrosi a Monasterace; un appezzamento di terreno a Stilo di circa 25mila mq; conti correnti.


Etichette:

sequestro beni, clan Ruga, Reggio Calabria, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2015 volte | Letto 3 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2018 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>