Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 114

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



frana 05 / 11 / 2010

 «Cittadini e amministratori, legittimamente verrebbe da dire, aspettavano altro: attendevano e auspicavano un approccio diverso, provvedimenti differenti e sicuramente più consoni alle aspettative. Invece, apprendiamo che il Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso ha chiesto al Consiglio dei Ministri lo stanziamento di venti milioni di euro, per far fronte ai primi interventi da attuare in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana e Calabria. E’ evidente che si tratta di spiccioli, di fondi esigui e insufficienti al cospetto dei numerosi danni causati dalle alluvioni riversatesi su queste cinque regioni, compresa la nostra, negli ultimi giorni».
Partono da questa considerazione i due Consiglieri Regionali del Partito Democratico Carlo Guccione e Bruno Censore che, dopo aver presentato nei giorni scorsi un Progetto di Legge sul dissesto idrogeologico, hanno deciso di appellarsi all’intero Consiglio Regionale, chiedendo all’Aula di Palazzo Campanella una riflessione, un confronto e un dibattito dai quali dovranno scaturire misure legislative adeguate per evitare che la Calabria sia costretta a convivere con un’emergenza permanente.
«I problemi del dissesto idrogeologico - osservano Guccione e Censore - sono tangibili e sono ovunque. Negli ultimi giorni è emerso un quadro inquietante: smottamenti, piene fluviali, allagamenti in tutta la Calabria. I cittadini continuano a vivere un incubo, anche sulla già fragile economia ci sono ripercussioni pesantissime e ai sopralluoghi, però agli annunci spesso roboanti non sono seguiti atti concreti. D’altronde, basti pensare che dinanzi i più recenti eventi calamitosi avversi, quelli del 2009 e del 2010, le risorse impegnate dal Governo nazionale si sono rivelate assolutamente insufficienti mentre gli impegni pubblicamente assunti dal Sottosegretario di Stato Capo del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, durante i suoi sopralluoghi in Calabria, sono rimasti disattesi. Di conseguenza, gli Enti Locali che hanno impegnato le risorse finanziarie per gestire l’emergenza e per risanare i luoghi interessati dagli eventi calamitosi sono adesso costretti a dichiarare tali impegni di spesa come debiti fuori bilancio. Molti Comuni, insomma, rischiano il dissesto finanziario e altrettante imprese e privati, che hanno subito danneggiamenti, rischiano di patire un colpo pesante. Ecco perché - sostengono con decisione i due esponenti del PD - noi pretendiamo che dalle parole si passi immediatamente ai fatti. Non possiamo più tergiversare. Al Consiglio Regionale, quindi, chiediamo l’adozione di quelle misure legislative tese ad affrontare le emergenze e a mettere in campo un’improcrastinabile politica di prevenzione del rischio idrogeologico. Proprio nei giorni scorsi - rammentano Guccione e Censore - assieme ai Consiglieri Regionali Mario Franchino (PD), Ferdinando Aiello, (SeL) e Nino De Gaetano (PRC) abbiamo presentato un Progetto di Legge che ha una duplice finalità: da un lato mira ad integrare le risorse Statali, come detto assolutamente insufficienti, destinate a fronteggiare l’emergenza causata dai più recenti eventi calamitosi avversi (del 2009 e 2010) e, in secondo luogo, nella consapevolezza che prevenire costi meno, decisamente meno rispetto alla gestione e al superamento delle emergenze, punta a mettere in campo un'efficace politica di previsione e prevenzione del rischio idrogeologico. Attingendo nel Programma Attuativo FAS 2007-2013, nel POR FESR 2000-2006 e 2007-2013, il Progetto di Legge presentato - spiegano i due Consiglieri Regionali - prevede lo stanziamento di seicentomilioni di euro, di cui nella misura del trenta per cento destinato a Comuni e Province, per la copertura delle spese sostenute per garantire le operazioni di emergenza ed il ritorno alla normalità, e ai privati e alle imprese che hanno subito la perdita e/o il danneggiamento di beni mobili e immobili. Il restante settanta per cento, invece, finalizzato a progetti tesi a prevenire e mitigare il rischio idrogeologico. Il nostro - continuano - è un Progetto di Legge aperto, disponibile a recepire il contributo di tutti, un Progetto di Legge che crediamo debba essere al più presto discusso in Consiglio Regionale e che rappresenta - concludono Guccione e Censore - uno spunto di riflessione dal quale devono scaturire le indifferibili e imprescindibili misure legislative per fronteggiare, con un approccio diverso, il rischio idrogeologico in Calabria».

Reggio Calabria, 5 ottobre 2010

f.to Carlo Guccione e Bruno Censore


Etichette:

guccione, censore, dissesto idrogeologico


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Archivo Articoli


    Letto 1735 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>