Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 192

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Cristian, la notte di Capodanno del 2009, venne colpito a martellate, con una catena, con un coltello, cosparso di benzina e poi bruciato quando ancora era vivo



Filadelfia: condanne definitive per l'omicidio di Christian Galati 30 / 04 / 2014

Chiuso il processo per Pietro Mazzotta ed Emanuele Caruso, due degli imputati per l’omicidio Galati, con la condanna rispettivamente a 12 anni e a 30 anni di reclusione.

Lo ha deciso la Corte di Cassazione all'esito della camera di consiglio di che, di fatto, chiude il percorso giudiziario di un omicidio di inaudita crudeltà avvenuto la notte di Capodanno del 2009 ad Acconia di Curinga. Ricordiamo che Christian Galati, 24 enne di Filadelfia (Vibo Valentia), morì dopo due mesi di agonia a causa delle botte e per essere stato, poi, bruciato quando ancora era vivo.

Al culmine dell’inchiesta, scattata subito dopo l’episodio, furono arrestate tre persone: Santino Accetta, Pietro Mazzotta ed Emanuele Caruso. Tutto nacque dopo l’incendio della macchina di Santino Accetta, con Galati che si era vantato in chat con un’altra persona, di averla cosparsa di benzina. Ma i contrasti fra Accetta e Galati erano anche dovuti al fatto che Galati sospettava che Accetta sapesse qualcosa della scomparsa di suo fratello Valentino, avvenuta nel 2006.


Etichette:

condanna, omicidio, Christian Galati, Filadelfia, Vibo Valentia, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 3532 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>