Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 165

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Il progetto, ideato dal gruppo di architetti francesi Manal Rachdi, Samuel Nageotte, Philippe Rizzotti e Tanguy Vermet, consiste nel convertire i ponti in cemento armato in grattacieli green "rovesciati" ed energeticamente autonomi



Dall'Oxo Architects un progetto ecosostenibile per l'A3 Salerno - Reggio Calabria 07 / 05 / 2014

Convertire i ponti in cemento armato della famosissima Salerno - Reggio Calabria, in grattacieli green “rovesciati” ed energeticamente autonomi. Questo, il progetto ideato dal gruppo di architetti francesi Manal Rachdi (famoso per aver trasformato una metro parigina abbandonata in una piscina), Samuel Nageotte, Philippe Rizzotti e Tanguy Vermet.

L'obiettivo della squadra dello studio Oxo Architects è quello di trasformare i vecchi ponti in cemento armato in quartieri impilati verticalmente e strutturati dall'alto verso il basso, raggiungibili in ascensore dopo aver avuto normalmente accesso ad essi. La parte superiore del ponte è stata pensata per realizzare il passaggio pedonale con una sezione dedicata alle auto; nelle parti sottostanti, invece, verrebbero distribuite le abitazioni completamente autosufficienti, in quanto alimentate dall’energia solare, dal geotermico e da altri fonti rinnovabili, con in più aree adibite a negozi, centri ricreativi e persino una scuola.

Mantenendo, dunque, la forma del ponte, verrebbero collocate al suo interno abitazioni e uffici negli spazi già presenti. Le infrastrutture inutilizzate dell’autostrada A3, nel tratto tra Scilla a Bagnara, si tramuterebbero così in complessi abitativi con un apporto minimo di nove materie prime, sfruttando la resistenza dei viadotti, costruiti in previsione di un traffico intenso, riducendo l’impatto ambientale attraverso il riciclo di strutture esistenti e sfruttando l’energia geotermica per via della vicinanza all’Etna. Dal punto di vista energetico, il villaggio verticale sarebbe completamente autonomo grazie all'installazione di un impianto fotovoltaico da 5 MW. Sulla pagina ufficiale del progetto si legge che il viadotto di Favazzina potrebbe ospitare 240 abitazioni ma i ponti, complessivamente considerati, ne potrebbero accogliere ben 2.500.

Unico punto interrogativo è la disponibilità di investimenti (ammonterebbero a circa 22 milioni di euro) che, secondo gli ideatori del progetto ecosostenibile, potrebbe risolversi con l'intervento dell’Europa e delle istituzioni del paese. Ovviamente, tra gli obiettivi dell'ambizioso progetto c'è anche quello di promuovere lo sviluppo dell'economia locale e, perché no, anche quello turistico considerando le bellezze panoramiche che si potrebbero ammirare da ogni parte del villaggio verticale.

Dopo anni e anni di lavori sull'A3, l'idea proposta dallo studio Oxo Architects potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione. La speranza è dunque quella di trovare qualcuno che creda realmente nel progetto e disposto a investirci contribuendo alla realizzazione di una tra le più ambiziose (e intelligenti!) opere per la Calabria.


Etichette:

Oxo Architects, A3, progetto, ecosostenibile, Reggio Calabria, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2076 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>