Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 112

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



danni 04 / 11 / 2010

 A seguito degli aventi atmosferici verificatisi nella città di Crotone nella notte tra il 3 e il 4 novembre il Sindaco Peppino Vallone ha chiesto al Presidente della Regione di attivare le procedure per la dichiarazione di stato di calamità naturale. Già nel corso della notte il Sindaco Peppino Vallone, l’assessore ai Lavori Pubblici Domenico Mellace ed i tecnici del Comune hanno avviato le attività di monitoraggio sul territorio. Sono in corso interventi presso le scuole e per le situazioni che presentano particolari criticità. Il Sindaco è in costante contatto con la Prefettura e la Protezione Civile. Disposte anche le procedure per la pulizia delle strade a causa dell’ingente quantità di fango presente a seguito dell’eccezionale ondata di maltempo. Eventuali situazioni di disagio possono essere segnalate presso il Comando Vigili Urbani, a disposizione della cittadinanza h 24, al numero 0962921700.

A Gioia Tauro vigili del fuoco della colonna mobile nazionale, operai idraulici forestali e personale della protezione civile regionale assieme ai volontari e ai cittadini del luogo stanno lavorando da ore a Gioia Tauro per liberare le abitazioni invase dal fango trascinato dopo l'esondazione del torrente Budello. A distanza di due giorni - con i segni lasciati dal nubifragio ancora evidentissimi nelle strade dei quartieri Valle Amena, Tre Palmenti, Statale 18 e Fiume - la stima dei danni è ancora in corso ma si parla di milioni di euro. Tante le famiglie, soprattutto quelle residenti nei piani bassi delle abitazioni, che hanno perso praticamente tutto nelle loro case invase dal fango e che chiedono alle istituzioni interventi per superare l'emergenza. In ginocchio attività commerciali e artigianali, sommerse da acqua e fango mentre tutti i 260 sfollati sono ancora ospitati da parenti e in albergo. Pesantissimi i danni in agricoltura in tutta la Piana, con campi interamente allagati e produzioni di agrumeti e uliveti fortemente compromesse, con capi di bestiame travolti dalle acque. Al Comune di Gioia Tauro è al lavoro una task-force di tecnici istituita dal sindaco, Renato Bellofiore, che sta raccogliendo le segnalazioni dei cittadini. Ma la conta dei danni è in corso anche a Varapodio e Rizziconi, altri centri della Piana dove le ore di pioggia di martedì hanno lasciato ferite nelle abitazioni e nella rete stradale interna.


Etichette:

crotone, gioia, maltempo, danni, calamità


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 3186 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>