Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 117

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Cosenza: tre condanne per l'omicidio del boss Sena 03 / 10 / 2011

Il gup di Catanzaro ha condannato a 30 anni di reclusione Mario Gatto (41 anni) e a 20 anni Giuseppe Perri (56 anni), accusati dell' omicidio del boss della 'ndrangheta cosentina, Antonio Sena, ucciso a Castrolibero il 12 Maggio 2000. Condannato a tre anni, per decisione del gup, anche Gianluca Walter Marsico (44 anni), con l'accusa di tentato omicidio di Umile Esposito, avvenuto a Bisignano il 27 Maggio di undici anni fa, in lesioni aggravate. Secondo l'accusa, il delitto rientrava nella guerra di mafia che interessò il cosentino tra il 1998 e il 2001. 

I tre cosentino erano stati arrestati nel Maggio dello scorso anno al termine dell'inchiesta condotta dalla Dia e coordinata dalla Dda di Catanzaro sulla guerra di mafia; l'indagine, che rientra nell'operazione Terminator, ha portato la Dda all'individuazione dei mandanti e degli esecutori non solo dell'omicidio di Sena e del tentato omicidio di Esposito, ma anche dei delitti di Primiano Chiarello, ucciso nel Giugno del 1999 a Cassano allo Ionio e di Francesco Bruni, conosciuto come "bella bella", ucciso il 29 Luglio del 1999.

Le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip su richiesta della Dda furono otto: oltre a Gatto, Perri e Marsico, furono arrestati Francesco Abbruzzese (41 anni) di Cassano allo Ionio e Angelo Colosso (38) di Cosenza. Scapparono all’arresto, perchè già latitanti da molto tempo, Ettore Lanzino (56 anni), di Cosenza, Nicola Acri (31) di Rossano, e Francesco Presta (51) di Roggiano Gravina. 


Etichette:

'ndrangheta, Cosenza


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2243 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>