Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 100

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Cosenza: operazione Tela di Ragno, 63 arresti e 250 indagati per 'ndrangheta 30 / 03 / 2012

Questa mattina all'alba, è scattata una vasta operazione condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza: 58 ordinanze di custodia cautelare emesse contro presunti appartenenti a cosche della 'ndrangheta attive nella provincia con diramazioni in altre regioni. Nell'operazione, denominata "Tela del ragno" sono indagate complessivamente 250 persone, di cui 190 denunciate. Gli arresti sono in esecuzione, oltre che in Calabria, anche nel Lazio, in Lombardia e in Veneto.

Le cosche che sono state colpite sono Lanzino - Locicero di Cosenza (subentrata a quella dei Perna - Ruà), Muto di Cetraro, Scofano - Mastallo - Ditto - La Rosa e Serpa di Paola, Calvano e Carbone di San Lucido, Gentile - Besalvo di Amantea.

Tra gli arrestati ci sono anche gli autori e i mandanti di diversi omicidi che hanno insanguinato il cosentino nell'ambito di una guerra di mafia che ha visto tra il 1999 e il 2004 i clan locali contendersi il controllo del territorio. In particolare sono stati ricostruiti 12 omicidi e tre tentati omicidi.

Tra le attività dei clan c'erano anche usura ed estorsioni. Secondo le indagini, coordinate dalla Dda di Catanzaro, la rete dei boss era riuscita a infiltrarsi anche in numerosi appalti pubblici della provincia, specie nella zona tirrenica. Nel corso dell'operazione, alla quale hanno partecipato 500 militari dell'Arma, sono stati sequestrati anche beni per un valore di 15 milioni di euro.

I nomi degli arrestati:

Gennaro Bruni, 16/01/1956, Residente Paola; Luigi Bruni, Il 07/05/1985; Antonio Buono, 08/12/1964; Paolo Calabria, 05/05/1979 tutti di Paola; Giovanna Caratelli 14/08/1971, di Roma; Sergio Carbone, 25/10/1958 di San Lucido; Aldo Caruso, 11/04/1980; Romolo Cascardo, 01/02/1945, entrambi di Paola; Valerio Salvatore Crivello, 27/09/1979, residente Preganziol (Tv); Giuseppe Curioso, 12/09/1979 di Paola; Antonella D’angelo, 17/01/1961, di Roma; Francesco Desiderato, 03/10/1988, residente a Fuscaldo; Antonio Esposito, 27/01/1956, di Fuscaldo; Guerino Folino, 31/07/1967, nato a Paola residente a Dorno (Pv); Giacomino Guido, 24/06/1967, di Amantea; Giuseppe La Rosa, 06/11/1980; Luca La Rosa, 18/09/1978, entrambi di Paola; Vincenzo La Rosa, 09/01/1957, nato a Paola residente a Roma; Daniele Lamanna, Nato 03/05/1974, di Cosenza; Giuseppe Lo Piano, 09/12/1967, di Fuscaldo; Pietro Francesco Lofaro, 02/04/1982, residente a Paola; Pier Mannarino, 18/07/1980, residente Amantea; Sonia Mannarino, 09/02/1964, Paola; Alessio Martello, 18/06/1990, Fuscaldo; Francesco Martello, 24/09/1988, Fuscaldo; Mario Matera, 18/08/1981, San Lucido; Mario Mazza, 18/07/1984, Fuscaldo; Giovanni Neve, 25/02/1972, Fuscaldo; Alfredo Palermo, 21/05/1983, Paola; Fabrizio Poddighe, 04/11/1978, Fuscaldo; Luciano Carmelo Poddighe, 13/12/1981, Fuscaldo; Ilario Pugliese, 12/11/1982, Paola; Fabrizio Rametta, 20/12/1972, Amantea; Gianluca Serpa, 24/03/1975, Paola; Livio Serpa, 23/09/1967, Paola; Mario Serpa, 30/01/1953, nato a Paola semilibero Presso Casa Circondariale Pavia; Nella Serpa, 14/07/1955, Paola; Francesco Pino Trombetta, 07/04/1984, Fuscaldo; Giovanni Abruzzese, 23/07/1959, di Cosenza detenuto presso casa circondariale Parma; Natale Alessio, 25/12/1974, detenuto presso casa circondariale Cosenza; Mario Attanasio, 01/05/1972, detenuto presso casa circondariale Cosenza; Pasqualino Besaldo, 11/06/1966, nato ad Amantea detenuto presso casa circondariale Ascoli Piceno; Michele Bloise, 02/03/1975, nato a Laino Borgo detenuto Presso Casa Circondariale Roma Rebibbia; Domenico Cicero, 28/07/1957, nato a Cosenza detenuto presso casa circondariale Viterbo; Antonio Ditto, 03/04/1950, nato a Seminara (detenuto Presso Casa Circondariale Napoli Secondigliano; Gennaro Ditto, 21/09/1976, nato a Paola detenuto Presso Casa Circondariale Messina; Tommaso Gentile, /02/1958, nato ad Amantea detenuto Presso Casa Circondariale Parma; Carmela Gioffrè, 01/04/1954, nata a Seminara detenuta Presso Casa Circondariale Taranto; Giancarlo Gravina, 17/05/1965, nato a Cosenza detenuto Presso Casa Circondariale Vibo Valentia; Domenico La Rosa, 12/03/1955, nato a Paola detenuto Presso Casa Circondariale Melfi; Carlo Lamanna, 16/10/1967, nato a Cosenza detenuto Presso Casa Circondariale San Gimignano; Mario Martello, 25/01/1976, nato a Paola detenuto Presso Casa Circondariale Volterra; Umile Miceli, 26/05/1966, detenuto Presso Casa Circondariale Cosenza; Mario Scofano, 21/03/1960, nato a Paola detenuto Presso Casa Circondariale Palermo; Salvatore Serpa, 15/04/1987, Detenuto Presso Casa Circondariale Cosenza; Giuseppe Sirufo, 05/04/1983, detenuto Presso Casa Circondariale Cosenza; Francesco Tundis, 04/02/1968, detenuto Presso Casa Circondariale Cosenza; Pietro Sebastiano Vicchio, 31/07/1979, nato a Siracusa detenuto Presso Casa Circondariale Rossano.


Etichette:

'ndrangheta, Cosenza, Calabria, Veneto, Lombardia, Lazio


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 7016 volte | Letto 2 volte oggi
    1. Viola 82 30/03/2012 - 15:09
      FINALMENTE un pò di pulizia nel mio amato paese .... meno gentaglia con l esterno pulito e lucido e l interno marcio , sudicio e inesistente ... bastardi buttate pure le chiavi, così noi respiriamo un pò e Paola ritorna a splendere e profumare
    2. Viola 82 30/03/2012 - 15:09
      FINALMENTE un pò di pulizia nel mio amato paese .... meno gentaglia con l esterno pulito e lucido e l interno marcio , sudicio e inesistente ... bastardi buttate pure le chiavi, così noi respiriamo un pò e Paola ritorna a splendere e profumare
    3. Cesare Primo Mori 31/03/2012 - 22:20
      ... e per Pasqua tutti a casa ... ogni anno come al solito rivedo le stesse identiche cose, tanto che i telegiornali potrebbero usare sempre riprese di repertorio e risparmiare: Forze dell'Ordine a rischiare la pelle per riprendere strapluripregiudicati, poi giudici mafiosi e avvocati senza coscienza e senza Dio che si immolano in nome del libero diritto di delinquere e ammazzare per tirare fuori i loro idoli. I MIGLIORI DELINQUENTI PRATICANO NELLE AULE DEI TRIBUNALI!
    4. iolita 10/10/2012 - 22:12
      dico solo che non tutti sono colpevoli ma fanno un erba tutto un fascio spero solo ke la verita venga a galla e paga ki deve pagare e non solo i fissa su dintra i peggio su fora svegliatevi.
    Lascia un commento
    Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
    Nome*
    Email (non verrà visualizzata)*

    + = ( Inserisci il risultato della somma)*


     




    © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




    ?>