Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 112

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Cosenza: la Nona di Beethoven chiude sabato la stagione lirico - sinfonica del Rendano 08 / 05 / 2012

Sta per calare il sipario sulla stagione lirico-sinfonica del Teatro “Rendano” di Cosenza. Sabato 12 Maggio, alle ore 20:30, l’ultimo appuntamento, con l’esecuzione della nona sinfonia di Beethoven da parte della giovane Orchestra del teatro di tradizione cosentino chiamata, dopo soli sette mesi dalla sua costituzione, a una delle sue prove più impegnative.

L’Orchestra sarà diretta dal maestro Giovanni Pelliccia, direttore musicale del “Rendano” e dal quale è venuto un contributo determinante alla formazione della nuova Orchestra lirico-sinfonica del teatro, nata nel Novembre del 2011 e da lui già diretta nel “Nabucco” e nel “Rigoletto”, le due opere liriche della 52ma stagione lirica.

Background di tutto rispetto quello del direttore d’orchestra Giovanni Pelliccia. Figlio del violinista Arrigo Pelliccia, proviene da una famiglia di consolidata tradizione musicale. Nato e cresciuto a Roma, trapiantato in Puglia, dove è rimasto dopo avervi tenuto un concerto, da circa vent’anni vive a Bari. Diplomatosi in pianoforte e direzione d’orchestra al Conservatorio S.Cecilia di Roma, ha studiato anche composizione con il Maestro Gino Marinuzzi jr. Ha lavorato tantissimo con l’Orchestra sinfonica della provincia di Bari, dirigendo concerti sinfonici nelle principali città italiane, ma anche all’estero e ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche per Radiotre.

Ma l’impegno più attuale di Giovanni Pelliccia, accanto a quello di docente di direzione d’Orchestra al Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli è il nuovo corso impresso al “Rendano” di Cosenza dopo essere stato coinvolto dal direttore artistico Albino Taggeo nella direzione dell’Orchestra lirico-sinfonica. Taggeo vive con particolare entusiasmo le giornate che precedono l’esecuzione a Cosenza della nona di Beethoven.

“È una bella sfida culturale quella che abbiamo intrapreso a Cosenza con il rinnovamento artistico avviato al “Rendano” - dice il direttore Taggeo -. Una sfida - aggiunge - che vivrà il suo climax più intenso con l’universale ed ecumenico “Inno alla Gioia” di Friedrich Schiller, messo in musica da Ludwig van Beethoven. L’esecuzione della Nona di Beethoven - sottolinea ancora Albino Taggeo - ha un suo fascino particolare, sol che si pensi al fatto che Beethoven, all’atto della sua composizione, ebbe un’idea geniale per aver voluto unire - trovata senza precedenti - la musica pura e assoluta con il canto. Per la prima volta nella storia della musica un compositore colto come Beethoven inserisce in una struttura che si sviluppa in maniera essenzialmente musicale le 4 voci soliste, come se fossero esse stesse degli strumenti, innestando nel tessuto strutturale, oltre alle voci, addirittura un coro”.

Le quattro voci soliste che saranno impegnate nell’esecuzione della nona di Beethoven, sabato 12 Maggio al “Rendano”, sono : il tenore cosentino Saverio Pugliese, già apprezzato nel “Rigoletto”, nel quale ha vestito i panni del cortigiano Borsa, il soprano pugliese Maria Pia Piscitelli, che il pubblico cosentino ricorderà tra le voci del Gran Galà lirico-sinfonico dell’Epifania e che è stata ospitata dai maggiori teatri lirici internazionali (dal Teatro alla Scala di Milano al “Comunale” di Bologna, dall’Opera di Lyon al Theatre des Champs-Elysées di Parigi), il mezzosoprano Federica Agnese Bragaglia, già Fenena nel “Nabucco” che il 2 Dicembre 2011 ha inaugurato la 52ma stagione lirica del teatro di tradizione cosentino, e, infine, il basso bulgaro Nikolay Bikov, protagonista, tra l’altro di una “Tosca”, pubblicata in Dvd, accanto a Fabio Armiliato e Daniela Dessì.

Il Coro della Nona di Beethoven sarà quello Lirico “Francesco Cilea” di Reggio Calabria, diretto da Bruno Tirotta, apprezzato durante tutta la stagione lirico-sinfonica del “Rendano” e che per l’occasione sarà nella sua composizione più piena, pari a circa settanta elementi. Come è noto, la Nona sinfonia in Re minore, Op. 125, è l'ultima sinfonia composta da Ludwig van Beethoven, quando era completamente sordo e può essere considerata uno dei suoi capolavori. Completata nel 1824, nel quarto e ultimo movimento include parte dell'ode An die Freude (Inno alla gioia) di Friedrich Schiller, diventato l’Inno ufficiale dell’Unione Europea, cantata dai solisti e dal coro.


Etichette:

teatro Rendano, stagione lirico sinfonica, Cosenza, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cultura e Spettacolo in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 617 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>