Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 0

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Il Presidente della Confapi Calabria, Francesco Napoli: "È tempo di dialogo e non di individualismo"



Confapi: 10 punti per far ripartire la Calabria 12 / 11 / 2014

Le elezioni della futura dirigenza della Regione Calabria sono ormai alle porte, per cui il tempo di presentare le proprie proposte concrete per contribuire al superamento del difficile momento economico e sociale è ormai agli sgoccioli. La priorità rimane quella di far ripartire l'economia reale, con un effetto domino positivo sulla ripresa dei consumi, dell'occupazione, e con un contributo sul welfare globale. Da qui la proposta di Confapi, per puntare proprio al raggiungimento di questi obiettivi, iniziando dai provvedimenti indispensabili per aiutare le imprese a ripartire, uscendo al contempo dallo status di “regione più povera di Italia”.

Sono 10 i punti sui quali si articola la proposta della Confapi calabrese, che punta il dito anche su una situazione paradossale: la Calabria è tra le Regioni che non ha ancora assegnato una parte consistente di fondi che erano stati stanziati dalla Ue per il quinquennio che si è chiuso nel 2013, spingendo tantissime aziende ad esporsi a livello debitorio oltre il livello di sopravvivenza, con una aumento delle procedure di fallimento di oltre il 70%.

Per sopravvivere spesso si è fatto ricorso al consolidamento debiti, ma che ha costituito solo una soluzione transitoria e temporanea. Quindi in cima alla lista delle richieste, c'è quella di puntare ad una minore burocrazia nell'iter di assegnazione dei fondi europei, ai quali si dovrebbero aggiungere dei “fondi” mirati di Fincalabria.

Quindi passare per il sostegno ai trasporti con miglioramento delle infrastrutture, al settore agroalimentare, ma anche a quello turistico, coniugando questi aspetti alla creazione di un vero e proprio marchio DOP/ DOC di zona, insomma far nascere un “marchio Calabria”. Ridurre la tassazione sulle seconde e terze case, garantire un'assistenza sanitaria migliore, ed aumentare il supporto tecnologico, con investimenti soprattutto sul “commercio elettronico”.

Una sfida questa che si rivolge a tutti i candidati, senza preferenze di partenza perché secondo il Presidente della Confapi Calabria, Francesco Napoli, “È tempo di dialogo e non di individualismo”.


Etichette:

calabria, elezioni regionali 2014, economia


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 4981 volte | Letto 5 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2017 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784