Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 100

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



Calabria: indagate 34 persone per danno erariale di 32 milioni di euro 04 / 05 / 2012

Sono 34 le persone, tra amministratori e dirigenti pubblici, segnalate dalla Guardia di Finanza di Palmi alla Magistratura contabile per aver provocato, nell’ultimo decennio, un danno economico da oltre 32,5 milioni di euro alle ex Aziende Sanitarie di Palmi e Reggio Calabria confluite dal mese di Maggio 2007 nell’Asp n. 5 di Reggio Calabria.

Gli accertamenti hanno riguardato prevalentemente il "Servizio di continuità assistenziale" (o "Guardia medica"), con particolare riferimento all’utilizzo, improprio e ingiustificato, dei relativi professionisti in servizi e strutture diverse dalla stessa Guardia medica e al loro inquadramento giuridico ed economico. Le Fiamme gialle hanno individuato "il ripetuto ricorso a forme di trasferimento illegittime con l’impiego di 197 sanitari che, nel corso di una quindicina di anni e con tempistiche, motivazioni e modalità diverse, sono stati trasferiti in strutture sanitarie territoriali e ospedaliere delle due ex Aziende sanitarie e presso l’Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria".

I trasferimenti – ammessi per legge solo in casi limitati e per periodi temporali predefiniti – sono diventati di fatto permanenti, causando l’ingresso di nuovi medici per coprire il servizio di assistenza continuativa e moltiplicando le spese, tenuto conto che le Aziende sanitarie pagavano sia i medici trasferiti sia i nuovi assunti.

I dettagli dell’operazione saranno forniti nel corso di una conferenza stampa (in programma alle 10:30 presso la sede del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria) dal procuratore regionale della Corte dei Conti di Catanzaro, Cristina Astraldi De Zorzi.


Etichette:

sanità, danno erariale, Calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 872 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>