Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 144

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



pizzo 10 / 11 / 2010

 L'operazione è stata denominata in codice "indipendenti comunali" ed ha portato all'arresto di sette persone ed alla denuncia di altri 43 tra dipendenti comunali e Lsu che dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico, falsità ideologica ed altro. Tra le sette persone arrestate, colte in flagranza di reato, due donne, sorprese mentre partecipavano ad un funerale; un altro dipendente e' stato inseguito ed arrestato dal capitano Gabriele Argirò nei pressi di un supermercato dove si era recato a fare la spesa. Era da qualche mese che i carabinieri della locale stazione diretti dal maresciallo Pietro Santangelo, seguivano le mosse degli assenteisti con telecamere e pedinamenti. L'organico del comune di Pizzo Calabro, prevede 95 dipendenti tra titolari ed LSU, uno per ogni cento abitanti. Soddisfazione e' stata espressa dal sindaco della cittadina tirrenica Fernando Nicotra, il quale ha dichiarato che si tratta di un'operazione salutare da esportare in altri comuni ed enti".

In manette:

Antonella Averta, 38enne di Pizzo; Rosa Maria Galeano, 59enne; Antonio Maglia, 57 anni; Marcella Lo Schiavo, 41 anni; Bartolomeo Francesco Pascale, 62 anni; Sebastiano Belsito, 30 anni; Giuseppe Pizzonia, 55 anni;

Fonte: cn24.tv


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2785 volte | Letto 2 volte oggi
    1. Giuseppe 10/11/2010 - 19:03
      Sono contento dell'accaduto oggi a Pizzo. Peccato che l'arma dei carabinieri, abbia svolto le indagini troppo tardi. Questa storia va avanti da anni, e nessuno mai ha avuto il coraggio di smascherare questi truffatori e usurpatori di stipendio comunale. Ancora tanti complimenti a l'arma dei carabinieri per il lavoro svolto, sperando che in futuro ci siano degli altri controlli per smascherare questi individui nullafacenti e che pesano sulle spalle delle persone che lavorano onestamente, o magari vorrebbero lavorare, ma purtroppo i posti sono stati sempre assegnati a queste persone oltre che incapaci anche disonesti...
    2. Vito 10/11/2010 - 22:15
      Complimenti all'Arma dei Carabinieri di Vibo Valentia.Deve finire questa anarchia e i cittadini devono essere pronti a difendere i propri diritti. non abbiate paura a denunciare questo stato di cose , specialmente quando viene calpestato un proprio diritto vi recate in Comune e non trovate nessuno.
    3. Emilio 11/11/2010 - 10:39
      E ora che questi vagabondi ne paghino le conseguenze... speriamo molta diligenza da parte della magistratura...... vagabondi andate a casa.
    4. naviglio 12/11/2010 - 14:02
      oggi sono stato al comune, molti dei denunciati ossia 43, erano disperati e in collera per chi sul quotidiano ha messo la lista dei nomi dei denunciati per truffa ecc.. poverini dicevano "e' una vergogna come si sono permessi mettere i nostri nomi sul giornale " e' una vergogna i nomi sul giornale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! e' una vergogna per quello che avete fatto oltre il 50% dei dipendenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!vergognatevi vergonatevi!!!!!!!!!!!!!!!! ladri noi paghiamo e con il tasso di disoccupazione che abbiamo la gente fa' i salti mortali per un posto di lavoro, per questo vi dovete vergognare!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    5. max 13/11/2010 - 15:24
      era ora..anche al sindaco dovrebbero ammanettare...altro che non sapeva nulla ..e un'altra pena a gli avvocati che andranno a difendere questi infami farabutti ladri vagabondi...e noi paghiamo...c'e' gente che per un posto di lavoro lascia la propia terra i familiari e le cose a cui si e' attaccati...e questi imbecilli che hanno il lavoro sotto casa che vanno addirittura a piedi.... scalciano calci...vababondi ,,,mi auguro che perdino il posto!!
    Lascia un commento
    Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
    Nome*
    Email (non verrà visualizzata)*

    + = ( Inserisci il risultato della somma)*


     




    © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




    ?>