Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 138

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

Lo Stato attesta la sua presenza al fianco dei magistrati nella lotta alla 'ndrangheta



bomba esplosa 26 / 01 / 2010

 Nella città dello Stretto l'atmosfera è davvero pesante e preoccupante.
Un'ondata di recrudescenze criminali sta colpendo la magistratura di Reggio Calabria fortemente attiva nel contrasto alla 'ndrangheta, soprattutto, attraverso l'ingente confisca dei patrimoni sequestrati alla mafia.

A pochi giorni dalla riunione del Consiglio dei Ministri, che si terrà, simbolicamente, a Reggio Calabria per manifestare la vicinanza dello Stato alla città nella lotta alla criminalità organizzata, ieri è stata inviata una lettera di minacce con un proiettile indirizzata al Sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia, Giuseppe Lombardo, missiva intercettata dall'Ufficio postale e sulla quale sta indagando la Procura reggina guidata da Giuseppe Pignatone. 
Il Sostituto procuratore, Lombardo,  segue importanti processi di 'ndrangheta tra cui quello denominato Testamento messo in piedi contro presunti intrecci tra le 'ndrine locali e i palazzi del potere. 
In questo procedimento, ad esempio, è indagato l'ex poliziotto e consigliere comunale di Alleanza Nazionale, Massimo Labate. Processi “scomodi” per la criminalità organizzata che negli ultimi anni attraverso legami sempre più importanti con la politica e i “colletti bianchi” sta diventando sempre più forte e aggressiva, come ha più volte sottolineato un altro magistrato reggino impegnato in prima linea nel contrasto alla mafia, Nicola Gratteri.
A rendere ancora più allarmante l'intimidazione a Lombardo contribuisce il fatto che l'episodio è arrivato a pochi giorni di distanza dall'altrettanto duro colpo inferto dalla 'ndrangheta, il 3 gennaio, alla Procura generale con una bombola di gas con dell'esplosivo fatto saltare e sistemato da due ignoti a bordo di uno scooter e con il volto coperto. In quella occasione lo scoppio ha provocato danni al portone degli uffici della procura.
Ancora.
Pochi giorni fa, in occasione della visita del presidente della Repubblica, Napolitano nella città dello Stretto,  è stata trovata un'auto contenente passamontagna, esplosivo e armi. Un episodio che immediatamente i magistrati e inquirenti hanno messo in relazione con la bomba rudimentale fatta esplodere davanti la Procura di Reggio. In queste ore, intanto,  stanno arrivando attestati di solidarietà e vicinanza al Sostituto procuratore della Dda Lombardo e a tutta la magistratura per attestare la volontà dello Stato ad andare avanti con forza e serietà nel contrasto alla mafia, come ha detto il ministro della Giustizia, Alfano. Anche il Governatore regionale in carica, Loiero, ha voluto attestare la vicinanza di tutti i calabresi onesti a Lombardo e al lavoro che stanno svolgendo magistrati e Forze dell'ordine. 

Angela Mendicino
 

Etichette:

lotta alla mafia, confisca dei patrimoni mafiosi, nicola gratteri, giuseppe lombardo, giuseppe pignatone, minacce alla magistratura, lettera d'intimidazioni, governo, stato, ministro della giustizia, governatore della calabria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2404 volte | Letto 3 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>