Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|Città dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 126

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
Città dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli



carabinieri 24 / 02 / 2010

Con due nuovi arresti si allarga l’inchiesta, partita dal Molise sul sequestro e l’omicidio di Lea Garofalo, la collaboratrice di giustizia che dopo aver vissuto a Campobasso è scomparsa a Milano nello scorso mese di novembre. Nel capoluogo lombardo sono finiti in manette (dopo i due arresti effettuati in Molise all’inizio di febbraio) Gaetano C. e la moglie Giuseppina, presunti complici del sequestro.

I due, proprietari di un capannone messo sotto sequestro per accertare la presenza di tracce della Garofalo, secondo gli investigatori avrebbero coperto gli autori del rapimento. In particolare avrebbero anche mentito su alcune circostanze per depistare le indagini.

I due coniugi saranno interrogati oggi dal Gip di Milano Giuseppe Gennari. Marito e moglie, stando alle verifiche di inquirenti e investigatori, avrebbero mentito su alcune circostanze per depistare le indagini su quello che potrebbe essere definito il primo caso di “lupara bianca” in Lombardia.

Nel sequestro sono indagate quattro persone tra cui Carlo Cosco, l’ex convivente della donna (hanno una figlia di 16 anni), appartenente all’omonimo clan calabrese, arrestato più di due settimane fa a Campobasso assieme a Massimiliano Sabatino per avere aggredito la collaboratrice di Giustizia a maggio dell’anno scorso nel capoluogo del Molise.

(Ansa)

 


Etichette:

lea garofalo, lupara bianca, omicidio, collaboratrice di giustizia


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2056 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>