Calabria On Line
Login password
Registrati Adesso | Recupera Password
Calabria cultura Calabria Ricerche Calabria speciali Calabria turismo Calabria turismo
Rubriche|Borghi di Calabria|Mali di Calabria|Risorse di Calabria|CittÓ dei Ragazzi|Articoli|
 Utenti online: 119

News - Eventi - Sport
CATANZARO
News - Eventi - Sport
COSENZA
News - Eventi - Sport
CROTONE
News - Eventi - Sport
REGGIO CALABRIA
News - Eventi - Sport
VIBO VALENTIA
Lavoro in Calabria
Eventi in Calabria
Archivio Articoli
Condividi con
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Iscriviti ai nostri Feed
COL
La Calabria - Tutto e Tutta
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Vibo Valentia
Arte e Cultura in Calabria
Tradizione e Folclore in Calabria
SENTIERI
I Sentieri di COL
Diventa Editore
Condizioni
F.A.Q.
I nostri Ospiti
SPECIALE COL
Rubriche
Borghi di Calabria
Mali di Calabria
Risorse di Calabria
CittÓ dei ragazzi
Articoli
COLTour
Incoming Calabria
Virtual Tour
Da Visitare in Calabria
Viaggi in Calabria
Alberghi e Ristoranti Calabresi
Prodotti Tipici Turismo Enogastronomico
Escursioni in Calabria
Itinerari in Calabria
I Paesaggi di Calabria



Home Page | Sei in Speciale COL | Articoli

La Polizia penitenziaria ha sequestrato ingenti quantitativi di vini e cibi prelibati



aragosta 25 / 06 / 2010

 Aragoste e vini pregiati, pesce di qualita' e champagne, ma anche creme per il viso e per il corpo. Non si sarebbero fatti mancare nulla alcuni detenuti della casa circondariale di Cosenza. Dall'esterno, grazie alla complicita' di sei persone, facevano arrivare piatti prelibati e tutto l'occorrente per trascorrere serenamente la loro forzata permanenza in carcere. Fino all'operazione "Aragosta", portata a termine ieri dagli agenti della Polizia penitenziaria che hanno denunciato sei persone.
Nei controlli degli agenti - secondo quanto pubblica oggi il "Quotidiano della Calabria" - sono finiti tre addetti della ditta che gestisce la fornitura dei pasti ai detenuti e tre ospiti della struttura penitenziaria, che avevano il compito di distribuire il cibo.
A conferma di un'indagine che si e' sviluppata all'interno dell'istituto, anche il sequestro di otto chilogrammi di alimenti, tra i quali pesci pregiati, crostacei (tra cui anche l'aragosta), vini di marca, oltre a creme per il viso e per il corpo. Non e' ancora chiaro a chi fossero riservati simili trattamenti, ma la Procura della Repubblica di Cosenza ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di frode nelle pubbliche forniture.

Fonte Agi
inserito da Angela Mendicino


Etichette:

aragoste champagne cibi prelibati carcere polizia penitenziaria


Più letti oggi

Più commentati della settimana

    Articoli virali su Facebook
    Cronaca in Calabria
    Archivo Articoli


    Letto 2332 volte | Letto 2 volte oggi
      Lascia un commento
      Il tuo indirizzo ip (non verrà visualizzato)*
      Nome*
      Email (non verrà visualizzata)*

      + = ( Inserisci il risultato della somma)*


       




      © 1997-2020 CalabriaOnline By Internet & Idee S.r.l P.Iva: 02196690784




      ?>